Torna il processo Otto giorni per le sentenze

Riprenderà oggi alle 15 all’ex Ostello della gioventù a Roma la fase dibattimentale della prima tranche del processo sul calcioscommesse. Saranno ascoltate, tra le altre, la difesa di Mastronunzio e quella dell’Albinoleffe che il procuratore Figc Palazzi vorrebbe penalizzare con un -27 in classifica. Il club lombardo ha spiegato sul proprio profilo Twitter che non ha richiesto il patteggiamento (l’offerta era di -10, ndr) «per il rispetto ai tifosi e ai principi che da sempre portiamo avanti».
Dopo le arringhe dei legali, che proseguiranno almeno fino a domani, le repliche di Palazzi. Mercoledì dovrebbe iniziare la camera di consiglio della Disciplinare che esaminerà le richieste per i 53 soggetti ancora a processo (39 tesserati e 14 club). Tra venerdì e sabato, ma più probabilmente lunedì 11 - a playoff e playout di B e Lega Pro conclusi - la sentenza di primo grado. Finora 24 i patteggiamenti, un club fuori dal processo (Rimini) e 5 calciatori che hanno ottenuto lo stralcio (Acerbis, Bertani, Joelson, Pellicori e Turati). E le polemiche sui patteggiamenti «eccessivi», con Abete pronto ad impugnarli (se potrà farlo, serve un parere giuridico), che hanno irritato Palazzi e la Disciplinare.
Intanto il legale di Buffon, Marco Valerio Corini, ha spiegato a Sky Sport 24 che «non esiste alcun elemento che faccia pensare che il giocatore possa essere coinvolto nell’indagine. Non ci è stato notificato nulla e non vedo perchè dovrebbe arrivare. Inoltre la perquisizione alla tabaccheria non riguarda assolutamente Buffon: bisogna stabilire se i flussi di giocate siano attribuibili a lui e a che scommesse si riferiscono, possono riguardare tennis e altri sport. Gigi non ha mai temuto di non partecipare all’Europeo, anzi ha un grande entusiasmo».