Torna il rischio sifilide: quest’anno 323 casi

A Roma la sifilide torna a essere in «drastica ripresa». È quanto emerge dai dati dell’Agenzia di sanità pubblica e della struttura di Dermatologia infettiva-Mst (Malattie sessualmente trasmissibili) del San Gallicano, guidata da Aldo De Carlo. A fronte dei 43 casi di sifilide registrati nel Lazio nel 2000, in grandissima maggioranza nella capitale, quattro anni più tardi le persone colpite sono state 323: quasi otto volte tanto. «Nell’intero 2004 - afferma Di Carlo - al San Gallicano abbiamo visto circa 180 persone con questa malattia. Quest’anno, considerando i dati relativi a fine ottobre, sono già di più. Si tratta in gran parte di uomini, le donne sono qualche decina ogni anno».