Torna il «Talpa day» per dare un calcetto alle differenze

È una talpa ma ci vede benissimo. Perché per il secondo anno consecutivo ha trovato la strada giusta per essere accanto ai bimbi che più hanno bisogno di una mano. La «talpa» è la mascotte inventata dal «Sorriso Francescano» per una nuova giornata di gioco, divertimento e solidarietà. Il «Talpa day», per l’appunto, che domani riunirà bambini dai 6 ai 13 anni con un torneo di calcio a sette, ma poi anche con altre attività per tutti.
Lo scopo principale della giornata è però quello di raccogliere fondi per l’assistenza di bambini o ragazzi che hanno difficoltà di rapportarsi con i loro coetanei per problemi emozionali o per una qualsiasi diversità della propria persona, e quindi provare a restituirgli la gioia di vivere, uscire dal guscio e poter esprimere le proprie emozioni con gli altri.
Alla raccolta fondi contribuirà la quota di iscrizione delle squadre (50 euro) di calcio mister formate da bambine e bambini. Poi però anche le altre attività avranno un’importanza fondamentale perché avvicineranno agli altri in maniera semplice, diretta e istintiva anche i ragazzi seguiti dal «Sorriso Francescano». Dopo le sfide a calcio, spazio al laboratorio teatrale emozionale, a canti e balli di gruppo, e infine a una lotteria «La talpa in rosa» con bellissimi premi messi a disposizione dagli sponsor. Per tutti i bambini intervenuti ci sarà anche un simpatico ricordo della giornata e una gustosa merenda. L’intera giornata sarà poi ripresa con video e fotografie che verranno poi rese disponibili a tutti.
L’appuntamento imperdibile è domani, dalle 14 in poi, al Centro per la Gioventù del Sorriso Francescano di via Trento ad Albaro.