Torna il Tamagotchi, ora è anche un videogame

Torna uno dei gadget tecnologici più famosi. Stiamo parlando del Tamagotchi, il cucciolo virtuale da crescere come se fosse un animale in carne ed ossa. Uscito nel 1996, gli ultimi dati indicano oltre quaranta milioni di copie vendute, risultando uno dei giocattoli più richiesti dai bambini di ogni nazione. Da qui l'idea di Bandai, nota casa giapponese specializzata in picchiaduro, di riproporre il mitico cucciolo, sfruttando tutte le potenzialità della consolle portatile Nintendo DS. Il titolo si chiama Tamagotchi Connexion: Corner Shop 2 (Atari per Nintendo DS).
Compito di ogni utente sarà quello di allevare il proprio cucciolo, sfruttando nel miglior modo possibile le decine di minigiochi presenti tramite l’ausilio del pennino, del microfono e del doppio schermo. I punteggi acquisiti in questo modo permetteranno di guadagnare i cosiddetti punti gotchi, indispensabili per poter nutrire, vestire e far divertire il nostro piccolo amico. Ma i vostri compiti non si fermeranno qui. Infatti dovrete anche aiutare il cucciolo a gestire un negozio virtuale, con l’obiettivo finale di renderlo il luogo di acquisto preferito dalla sofisticata principessa Tamako. Un Tamagotchi infelice non reagirà ai vostri stimoli, mentre un cucciolo al settimo cielo vi ricompenserà con comportamenti ed opzioni di dialogo ulteriori. Ognuno dei tre gotchi disponibili (Mametchi, Memetchi e Kuchipatchi) avrà una propria personalità quindi non è detto l’azione porterà alla medesima reazione da parte di cuccioli diversi. Tamagotchi Connexion sarà in vendita da fine marzo esclusivamente per consolle Nintendo DS ad un prezzo indicativo di 49,99 euro.