Torna «Tyson» e morde ancora cane e padrona

L’ultimo della lista dei pitbull da tenere d’occhio e al guinzaglio (non solo il giorno dopo che hanno combinato guai) è un cucciolone bianco di circa 8 mesi e si chiama Tyson. I suoi padroni - titolari di un’attività in piazza Ambrosoli (corso Vercelli) - non paghi del fatto che Tyson, già un paio di mesi fa, avesse azzannato un barboncino e tentato di aggredire la sua padrona che se l’era preso in braccio per sottrarlo alle fauci del molosso, l’altra sera (come confermano tutti nella zona) lo hanno lasciato scorrazzare libero nella piazza. E così che Tyson il cucciolone ha incontrato Pepe 2, la cucciolina fulva di razza Yorkshire che, nel cuore della signora Paola Z. - 57 anni, residente con la famiglia nell’adiacente via Salutati - da qualche mese ha sostituito la defunta Pepe 1.
L’incontro serale (erano le 20.30) tra i due non è stato dei più felici: Pepe non è esattamente la simpatia fatta cane, ma non ha chance davanti a un tipo come Tyson. Che, davanti agli occhi del suo padrone, dopo avere azzannato Pepe, se l’è presa anche con la sua padrona, la signora Paola. Sì: davanti a diversi testimoni il pitbull ha addentato anche il ginocchio destro della donna, poi medicata in un pronto soccorso. All’arrivo dei carabinieri Tyson era sparito. Chiuso in casa con i suoi padroni che fingono di non sapere nulla.
Del resto anche il pitbull che, il 24 aprile, in via Savona, aveva azzannato all’orecchio una pensionata di 75 anni, venerdì 13 maggio è stato restituito al suo proprietario, un giovane pregiudicato che vive lì. E che continua imperterrito a lasciar scorrazzare il cane, come se niente fosse, in strada (e davanti a una scuola materna) senza museruola né guinzaglio.