Torna la Volkswagen Golf GTI Pirelli, una bomba

da Milano

Pirelli rinnova la collaborazione con Volkswagen che 25 anni fa vide due tra le più prestigiose aziende europee associate nella realizzazione della più esclusiva versione della Golf GTI di allora. Il sodalizio si è ricostituito per dare vita, ancora una volta, a una Golf GTI da mito. Come allora, la nuova Golf GTI Pirelli sarà unica per potenziale prestazionale e per personalità estetica. Il lancio ufficiale avrà luogo al Salone di Francoforte di settembre, ma una sortita in anteprima è già avvenuta il 17 maggio, al raduno Volkswagen che si è tenuto al Woethersee, in Austria. La nuova Golf GTI Pirelli svetta su tutti gli altri modelli sella serie innanzitutto per le prestazioni, essendo dotata del 4 cilindri 2.0 FSI Turbo nella speciale edizione con potenza incrementata da 200 a 230 cv, il valore più elevato mai installato su una Golf GTI di serie.
Dalla tecnologia Pirelli vengono, invece, i nuovi cerchi speciali «5P» con canali da 18 pollici e, ovviamente, i radiali Pirelli PZero dell’ultima generazione che rappresentano lo standard di riferimento assoluto per pneumatici Uhp regolarmente omologati per l’impiego stradale. Al design del battistrada del nuovo PZero sono ispirati alcuni tratti della raffinata finizione dell’abitacolo, molto esclusivo, elegante e dalla ergonomia ottimizzata per una guida sportiva sicura e competente. All’esterno, la Golf GTI Pirelli si distingue, oltre che per gli esclusivi cerchi Pirelli P5, per i paraurti in colore carrozzeria. Golf GTI Pirelli sarà disponibile in quattro colori, tra cui un esclusivo «sunflower yellow».
Il potenziale prestazionale è elevatissimo, con una velocità di punta di 245 orari e un tempo di accelerazione 0-100 di soli 6,8 secondi, che scendono a 6,6 se si adotta il cambio sequenziale a doppia frizione Dgs.