Tornano gli Afterhours con il rock «filosofico»

«Roma è in la città che meglio ci accoglie: ogni esibizione diventa un evento, sul palco si crea un’atmosfera unica che è difficile spiegare a parole». Manuel Agnelli, leader e voce degli Afterhours, non nasconde il suo entusiasmo per il concerto in programma stasera alle ore 21 al Teatro Tendastrisce di via Perlasca. La band milanese si appresta ora a tornare in studio per registrare un nuovo cd: se sulle scene nostrane non si rivedranno prima del 2008, all’estero però già li aspetta una ricca parentesi. «Andremo a suonare negli Stati Uniti e in Europa - anticipa il cantante -. Ogni volta per noi è come un ritorno alle origini, troviamo una dimensione raccolta che ci piace molto». In Italia invece gli Afterhours hanno da tempo conquistato uno zoccolo duro di fan con la loro originale filosofia che mescola melodia e rumore, cut-up nei testi e sperimentazione pop. La rinnovata formazione della band ha determinato una virata verso il rock, che non ha però inciso sulla qualità e il livello di introspezione dei testi.