Tornano i concerti in abbazia

Il maestro Maxence Larrieu con Mozart domani sera nel primo dei sei appuntamenti con la musica classica

A San Fruttuoso iniziano domani gli appuntamenti musicali che compongono la XIII stagione dei Concerti all’Abbazia, voluta e organizzata dall’associazione «Echi di Liguria», in collaborazione con il Fai, Fondo per l’Ambiente Italiano. Flauti, violini, clavicembali, sitar e organetti suonano sotto la direzione artistica di Maxence Larrieu, che ha scelto di inserire fra i musicisti anche alcuni artisti genovesi, per dare vita a un programma intenso che, con sei serate dedicate ai grandi autori non solo di musica classica, si protrae fino a sabato 20 agosto.
Domani è lo stesso maestro Larrieu a suonare il flauto traverso, accompagnando Stefano Vagnarelli al violino, Miriam Maltagliati alla viola e Marco Allocco al violoncello, dando vita all’interpretazione di due capolavori mozartiani per flauto e trio d’archi: il quartetto in Re maggiore K285, e quello in La maggiore K298, dove si alternano allegri, andanti, rondò e minuetti. Sabato 23 luglio è invece la volta del Lausanne guitar trio che, composto da Alessio Nebiolo, Albert Pià Comella e Martin Jenni, si esibisce su musiche di Vivaldi, Farkas, Gragnani, Boccherini e Piazzolla. La domenica della settimana successiva, 31 luglio, sono protagonisti Haydn e i due omonimi Bach, fatti rivivere dalle mani di Christophe Coin, Georges kiss e Tecla Andreotti, che suonano, rispettivamente, il violoncello barocco, il clavicembalo e il flauto traversiere. Ad agosto, altri tre appuntamenti: per iniziare il 6 risuonano il flauto di Massimo Mercelli, il sitar di Rafique Khan e la tabla di Udai Mazumdar, sulle note di Philip Glass, Giovanni Sollima e di Free music on earth. Il 13 si prosegue l'Ensemble Tripla Concordia che porta alla luce, fra gli altri, Frescobaldi e Scarlatti. Per concludere la rassegna, il 20 tocca alle composizioni tradizionali e originali per organetto di Riccardo Tesi.