Tornano i pirati della musica ma stavolta a pagamento

Napster, il famoso sito di musica gratuita lanciato nel 1999 e chiuso dopo una vertenza con le major musicali, torna online anche in versione italiana. Il Napster rivisto e corretto propone un ricchissimo catalogo di brani musicali di artisti locali e internazionali, con oltre 20 milioni di titoli a disposizione. Questa volta però il servizio è a pagamento. A 9,95 euro al mese, gli utenti avranno accesso illimitato allo streaming via web.