Tornano i tradizionali concerti di mezz’estate del festival musicale delle Nazioni. E sul pontile di Ostia concerto gratuito di Luca Barbarossa Macché noia, è un Ferragosto «millegusti» Oggi tanti appuntamenti per chi resta nella capitale: dal cinema

Opera alla basilica di San Clemente al Colosseo con «La Traviata» di Giuseppe Verdi

Francesca Scapinelli

E pensare che, duemila anni fa, la festa di Ferragosto, «u Ferraustu» direbbe il commissario Montalbano, durava un mese intero, «una mesata». Oggi le ferie di Augusto, l’imperatore con cui nacque la festività, è limitata al giorno dell’Assunzione di Maria Vergine. Ma tanti sono gli appuntamenti concentrati nelle 24 ore che potrebbero agevolmente riempire quattro settimane e oltre. Chi ama la musica, chi il teatro, il cinema, chi ha bambini, tutti i gusti e le esigenze trovano un appuntamento adatto.
Musica. Per gli appassionati di jazz, imperdibile questa sera a Villa Celimontana, il tango-jazz di Javier Girotto & Aires Tango (ore 22.15, ingresso 6-7 euro), un gruppo che - lo conferma nell’ultimo cd «Escenas Argentinas» - sa intrecciare la melodia tangueira con l’improvvisazione jazzistica dando vita a una musica latineggiante ma meno vincolata ai canoni del tango tradizionale. Jazz e buona cucina poi all’Azienda di Sabaudia (ore 21), con un trio del giovane jazz italiano coordinato dal contrabbassista Gianluca Renzi. Tra le stelle di Ferragosto si segnalano Luca Barbarossa ad «Approdo alla lettura» (pontile di Ostia, concerto gratuito) e Michele Ascolese al Classico Music Garden (via di Libetta 3-Ostiense, ore 22, 8 euro) con il suo «Iguazu Project», l’album dedicato alle espressioni musicali del Sud del mondo. Per gli appassionati di classica il Festival musicale delle Nazioni propone i tradizionali concerti: al Teatro di Marcello con Hiroshi Takasu al pianoforte in una fantasia su arie di opere italiane (ore 20.30) e alla Casina delle Civette (Villa Torlonia) con Hakiko Kusano al pianoforte in musiche di Debussy e Schümann (ore 20.30). «Mille e una Nota» al chiostro del Bramante presenta l’ensemble dei Trombonisti Italiani (ore 21) con musiche di Praetorius, Palestrina, Scheidt, Rossini, Piazzolla, Desmond mentre il New Opera Festival ha in programma «La Traviata» di Giuseppe Verdi con Marina di Marco, Sandro Ferri, Hyun Won Kwon (alle 21 alla Basilica di San Clemente al Colosseo).
Cinema. Se tante sale sono chiuse per riposo, i cinefili non sono abbandonati: il Gay Village proietta (alle 21.30) «My summer of love», film drammatico di Pawel Pawlikowski. L’Isola del Cinema, all’isola Tiberina, dedica la serata a Ibrahim Ferrer, il cantante cubano di recente scomparso, con il documentario di Wim Wenders «Buena Vista Social Club» (21.30).
Arte. Oggi sono aperte tutte le mostre in cartellone, tranne Macro al Mattatoio. Alle Scuderie del Quirinale è in corso la mostra «Passaggi in India. Ieri e oggi»; sulla terrazza prosegue la rassegna cinematografica «Visioni indiane: il cinema dalla mitologia a Bollywood». Anche il Museo civico di Zoologia è aperto fino alle 13 con «Northsoutheastwest», sui cambiamenti climatici a 360 gradi. Macro di via Reggio Emilia rimane aperto fino alle 18 con le mostre di Wesselmann, Jaar e Galegati, così come il museo di Roma in Trastevere con «Eurogeneration» chiude alle 18, e i Musei Capitolini con «La Roma di Leon Battista Alberti».