Tornano gli Ulan Bator con un «live» alla Casa 139

Luca Testoni

Domani. Roberta Sammarelli, la bassista dei bergamaschi Verdena, è al Rocket con il progetto Demons at Play, un curioso dj set (con visuals) rumoroso e rigorosamente rock.
Giovedì. Si rifanno vivi alla Casa 139 i rocker francesi Ulan Bator. Nella formazione originale a tre, Amaury Cambuzat e soci daranno vita a un live set «in acustico». Altra musica alla Blueshouse, dove la Lynyrd Skynyrd Tribute Band rilegge i classici blues-hard rock anni ’70 (dall’inno Sweet Home Alabama in avanti) della mitica formazione «sudista» made in Usa.
Venerdì. Serata metal speciale al Live di Trezzo d’Adda con gli Atroci e The Clairvoyant, la cover band italiana degli Iron Maiden. Raccomandato a chi piace Jimi Hendrix il live alla Blueshouse della Ray Accardi Band.
Sabato. S’intitola ’80, voglia di Dance la festa danzante che è in programma al Palalido. Una serata a tutto ritmo per salutare il 2005. Ma non è l’unica iniziativa del genere, ovviamente. Milano per questa serata offrirà moltissimo. Un altro esempio? Fine d’anno tutto da ballare anche ai Magazzini Generali (dove si tiene la serata We Clubbed Milano con i deejay Lele Sacchi, Stefano Fontana, Leo Mas e Chico Rush Sandiego), alla Casa 139 (ospite il londinese Andy Lewis con set in bilico tra funk e sonorità latine). Ma non basta, tra le altre iniziative in programma eccone un’altra particolare: notte di balli scatenati; nella vasca svuotata della Piscina Solari alla consolle: Dj Pandai, Mr Q., Gionata e Luca Baldini). Per chiudere il Rolling Stone: il noto locale saluta il 2005 con un happening a base di hip-hop: oltre all'esibizione dei Club Dogo, dj set per l'ex Sottotono Fish, Bassi Maestro ed Esa (già negli Otierre).