È tornato l’inverno

È giunta puntuale come previsto al centro meteo-idrologico della Regione, la perturbazione sulla Liguria, che ha portato forti piogge lungo la costa e nevicate nell’entroterra.
Tra le località più colpite dai violenti acqquazzoni Sanremo dove già in mattinata interventi per allagamenti e tombini otturati sono stati condotti dagli agenti della Polizia Municipale e dai vigili del fuoco. In particolare sono dovuti intervenire al centro commerciale Upim per un allagamento dei locali e in corso Inglesi, dove l’acqua è entrata in un bar. Monitorati fiumi e torrenti, anche se la situazione dei corsi d’acqua non sembra destare preoccupazione. Sempre a Sanremo i vigili del fuoco sono dovuti, inoltre, intervenire in via Galileo Galilei per controllare il movimento franoso che a dicembre aveva determinato il crollo di una parte di strada e il cui sottostante cantiere (per la costruzione di box interrati) è stato di recente dissequestrato.
Pioggia e neve si sono abbattuti nel primo pomeriggio anche su tutto il savonese. La neve è stata particolarmente abbondante nella zona di Cengio e di Cairo Montenotte, precipitazioni nevose si sono avute anche sulla A6, soprattutto tra Fossano e il bivio con l’A-10 Genova-Ventimiglia (in serata sono stati chiusi i caselli di Millesimo e Altare), e sulla A 26, tra Masone e Ovada, dove alcuni mezzi pesanti si sono trovati in difficoltà. A Savona i vigili del fuoco hanno eseguito numerosi interventi per persiane e rami resi pericolanti dal forte vento.
Oltre dieci centimetri di neve hanno ricoperto Valle Stura e Valle Scrivia, dove poco prima delle 16 il crollo delle temperature ha trasformato la pioggia in forti nevicate. Nella zona sono entrati in azione gli spazzaneve della Provincia per garantire il transito sulle strade provinciali e comunali convenzionate. Le strade provinciali sono rimaste percorribili, con i mezzi pronti ad intervenire anche in Val Trebbia, Val d’Aveto e nelle altre vallate a rischio neve. Allertati e pronti a intervenire anche i mezzi spargisale della Provincia, per evitare i rischi del ghiaccio sulle carreggiate a fronte di un abbassamento della temperatura.