Tornatore, la Procura apre un fascicolo

Lesioni personali e rapina sono i reati per i quali la Procura di Roma ha aperto un’inchiesta sull’aggressione e la rapina subite il 21 agosto scorso all’Aventino dal regista Giuseppe Tornatore. Il fascicolo, affidato al pm Maria Letizia Golfieri, attualmente è contro ignoti ed è stato aperto in seguito all’arrivo, negli uffici di piazzale Clodio, di un’informativa sull’episodio dei carabinieri e della denuncia dello stesso regista. Nella denuncia presentata, Tornatore ha dichiarato di essere stato aggredito e colpito con un tirapugni da due giovani dell’Est europeo e derubato del telefonino, dell’iPod e del portafoglio mentre stava tornando a casa, in via Sant’Anselmo nella zona residenziale dell’Aventino. «Due ragazzini si sono avvicinati intorno alle 22.45. Mi hanno chiesto un’indicazione per piazza della Piramide - ha raccontato il regista - e gliel’ho fornita. Mi hanno ringraziato e dato la mano. Mentre stringevo la mano al secondo dei due, il primo mi ha dato un colpo fortissimo alla mandibola e ho perso subito conoscenza. Parlavano con accento straniero erano romeni o albanesi, ma credo romeni».