Tornielli intervista Messori Ecco «Perché credo»

Si terrà oggi la presentazione del libro «Perchè credo», intervista sulla fede del giornalista Andrea Tornielli con lo scrittore Vittorio Messori, edito da Piemme e nelle librerie da tre settimane. L’appuntamento è per le 15.30, nel salone della parrocchia «San Giovanni Evangelista» di via Pavoni 10 a Milano (MM3-Maciachini). Dopo una breve introduzione di Gianpaolo Barra, direttore del mensile cattolico «Il Timone», Andrea Tornielli intervisterà Messori chiedendogli di approfondire alcuni episodi legati alla sua conversione e al lavoro che lo ha impegnato tutta la vita: rendere ragione della fede cattolica e indagarne i fondamenti.
Messori - senz’altro il più noto scrittore cattolico a livello internazionale e autore di bestseller tradotti in tutto il mondo - ha firmato, tra l'altro, due libri-intervista con gli ultimi due papi. Eppure, Messori non è nato cattolico. La famiglia e la scuola ne avevano fatto un anticlericale e un razionalista della dura scuola torinese.
Poi, nell'estate del 1964, accadde qualcosa di imprevedibile: un incontro con il Vangelo - al quale dedicherà gli studi di una vita - che, come a forza, lo «converte». Una storia insolita, in fondo drammatica, che Messori descrive per la prima volta in questo dialogo con il collega Andrea Tornielli, svelando particolari finora taciuti.
Una svolta radicale, tale da rovesciare la sua vita e quella dei molti che, grazie ai suoi libri, scopriranno o riscopriranno la fede.