Tornielli «processa» Dan Brown

«I cattolici e la cultura. Alle origini dei guasti... di Dan Brown» è il titolo della conversazione con il vaticanista del Giornale Andrea Tornielli che si svolge questa sera alle ore 21 nel salone della parrocchia di San Michele Arcangelo e Santa Rita in via dei Cinquecento 1 a Milano. La serata è organizzata dal Centro culturale «Insieme» e ha come tema il dibattito aperto dal romanzo e dal film «Il Codice da Vinci». Tornielli, autore del libro «Processo al Codice da Vinci», mostrerà l’inconsistenza di tutte le fantasiose tesi contenute nel romanzo, ma soprattutto parlerà della necessità di riscoprire il valore storico dei Vangeli. «Il fatto che il romanzo di Dan Brown abbia venduto quasi cinquanta milioni di copie e la stragrande maggioranza nell’Occidente che è stato cristiano e soprattutto il fatto che tanta gente creda ai fumetti del Codice da Vinci - spiega Tornielli - sta a dimostrare quale lavoro culturale ci sia da fare: non sappiamo più nulla sulle nostre radici». Non a caso, il sottotitolo della serata è offerto da una citazione di Giovanni Paolo II: «Una fede che non diventa cultura è una fede non pienamente accolta, non interamente pensata, non fedelmente vissuta».