Torre «sbanca» al primo turno: è lui il nuovo preside di Medicina

È il professor Giancarlo Torre, ordinario di Chirurgia (considerato fra i maggiori esperti di chirurgia della tiroide), il nuovo preside della Facoltà di Medicina. Il risultato uscito dalle urne della votazione di ieri è inequivocabile: 212 voti a favore del successore di Giacomo De Ferrari - a sua volta candidato all’incarico di Magnifico Rettore alle elezioni del prossimo giugno, e «grande elettore» di Torre -, 151 voti all’avversario, Franco Patrone, attuale prorettore, molto vicino a Gaetano Bignardi che è tuttora il numero uno dell’ateneo genovese, non più rieleggibile al termine del mandato.
L’esito del confronto Torre-Patrone è rimasto incerto fino alla vigilia, tanto che da più parti si era ipotizzato un secondo turno, o addirittura un terzo turno nel caso nessuno dei due candidati avesse ottenuto la maggioranza assoluta fra i 370 medici ammessi al voto. Nel frattempo, erano «scesi in campo» i veleni: fra l’altro, a De Ferrari, era stato fatto pesare un presunto conflitto di interessi nell’attribuzione di consulenze durante il mandato di direttore del Dimi. Da qui, la «ricaduta» sull’elezione del preside di Medicina: la contrapposizione Torre-Patrone è diventata inevitabilmente lo scontro fra i sostenitori di De Ferrari e quelli della «alternativa» Benedetta Spadolini. È chiaro che una sconfitta di Torre, o comunque una sua elezione a maggioranza risicata, avrebbe avuto conseguenze negative su De Ferrari nella corsa a Magnifico. A quanto pare, invece, l’influenza mediatica, e in particolare quella suscitata dagli articoli del quotidiano Il Secolo XIX, si è rivelata ininfluente, se non addirittura favorevole a Torre (e De Ferrari).
In ogni caso, il nuovo preside di Medicina stempera i toni: «La prima telefonata dopo l’elezione - dichiara Torre - l’ho fatta a Patrone. Non c’è stata asprezza nel confronto, e soprattutto non c’è stata spaccatura nella Facoltà. Andiamo avanti con spirito costruttivo, e ora mi aspetto la collaborazione di tutti».