Torregiani: "Giusto che paghi fino in fondo"

Milano - Alberto Torregiani, figlio del gioielliere ucciso a Milano il 16 febbraio del '79 e per il cui omicidio e' stato condannato Cesare Battisti è soddisfatto per la sua cattura. L'uomo, che nella sparatoria rimase ferito ed è ora paralizzato, spiega che "é giusto che Battisti paghi quanto deve pagare fino in fondo e stia in carcere".

"Non per la persona Cesare Battisti - precisa -, ma perché questo dimostrerebbe che la Giustizia, anche dopo 30 anni, quando viene perseguita con caparbietà e determinazione, ha il suo giusto corso. Questo è confortante per me, per i parenti delle altre vittime e per ogni cittadino". Se dovesse vederlo, che cosa gli direbbe? "Mi sono posto il problema varie volte. Probabilmente gli chiederei la ragione perché è accaduto tutto questo".