Torriglia analizza il fenomeno Ufo

Si parlerà di oggetti volanti non identificati e dei misteriosi rapimenti di esseri umani da parte di presunti alieni, con esplicito riferimento all'area genovese, nel corso del convegno "UFO, Mito o Realtà? - Esperti a confronto sul fenomeno più inquietante e misterioso dei tempi moderni" che si terrà sabato prossimo nel Salone Torriglietta, sede dell'Ente Parco dell'Antola, a Torriglia (Orario 10-12,30 / 15-17,30). Organizzato dallo stesso Comune di Torriglia, con la collaborazione della Rai - Sede regionale per la Liguria - e della Editoriale Tipografica-De Ferrari, l'incontro proporrà i casi più clamorosi di avvistamenti di dischi volanti in Italia e nel mondo, portando la testimonianza diretta di quella che ormai è considerata la vicenda più interessante per la casistica ufologica italiana e internazionale: il caso Zanfretta.
Infatti la vicenda dell'ex metronotte Piero Fortunato Zanfretta si sviluppò dal 1978 al 1980 proprio nella zona di Torriglia dove diverse decine di testimoni ebbero modo di assistere al volo di misteriosi dischi volanti luminosi. In seguito le avventure di Zanfretta vennero riprese dalla stampa italiana e internazionale rendendo nota la sua storia in tutto il mondo.
Ed è proprio per ripresentarla che la mattina di sabato 19 maggio il convegno di Torriglia riproporrà uno sceneggiato televisivo in due puntate prodotto nel 1984 dalla sede regionale Rai per la Liguria, trasmesso nel dicembre dello stesso anno su Rai Tre, nel quale vengono raccontate le vicissitudini vissute da Zanfretta in quel periodo. Lo sceneggiato, ideato e realizzato dal regista Bruno Ferracciolo con la collaborazione di Grazia Galardi, è la più fedele ricostruzione televisiva dell'avvenimento. Anche se nel corso degli anni altre televisioni hanno cercato di ricostruire i fatti facendo programmi sul caso Zanfretta. L'ultimo, in ordine di tempo, è stato "Il Bivio" di Enrico Ruggeri, su Italia Uno, nel febbraio scorso.
Ad aprire i lavori del convegno sarà Roberto Pinotti, presidente del Centro Ufologico Nazionale. Pinotti, scrittore e giornalista, è autore di numerosi volumi di argomento ufologico ed è riconosciuto un esperto a livello mondiale.
Subito dopo ci sarà la proiezione del filmato Rai, cui seguirà una tavola rotonda con lo stesso Zanfretta; l'ex maresciallo dei carabinieri in pensione Antonio Nucchi, autore dell'inchiesta giudiziaria sul Caso Zanfretta ed egli stesso testimone oculare di avvistamenti ufologici; Mauro Moretti, il medico psicoterapeuta che ha condotto le sconvolgenti sedute di ipnosi regressiva su Zanfretta; Emy Balbi, coordinatore regionale del Cun Liguria e ricercatrice, e Pinotti.
Il moderatore del convegno sarà Rino Di Stefano, giornalista e scrittore.
Nel pomeriggio l'incontro proseguirà con gli interventi degli studiosi Patrizio Caini ("Il significato dei rapimenti per l'ufologia italiana"); Giorgio Pattera ("L'aspetto biopsicofisico dell'ipnosi regressiva nei soggetti con presunte situazioni di rapimenti"); Alfredo Benni ("Uno sguardo sugli impianti"), con riferimento ai congegni trovati nei corpi dei rapiti; Diego G. Torrisi, presidente Associazione Urania ("Perché negli osservatori astronomici non si studiano gli Ufo"); Enrico Baccarini ("L'aspetto psicologico dei rapimenti"). I lavori verranno chiusi da Roberto Pinotti. Alla fine del convegno l'avvocato Fabio Fossa, sindaco di Torriglia, presenterà il concorso video-letterario "Gli altri mondi" aperto a opere televisive (filmati) e letterarie (saggi o romanzi) di carattere scientifico o fiction inerenti il tema del futuro. A partire dal 2008, infatti, Torriglia ospiterà una tre giorni dedicata a questi temi con la premiazione delle migliori tre opere presentate, per ogni categoria.