Toscana, nasce il «terzo polo»

Banca Popolare Italiana

La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ha avviato ieri le procedure di perfezionamento del piano di reinvestimento, deciso lo scorso mese di maggio. L’accordo è legato al piano industriale proposto da Banca Popolare Italiana (ex Bpl), che vedrà la nascita della «grande» Cassa di Risparmio di Lucca, la terza in Toscana per dimensioni. Ad annunciarlo è il presidente della Fondazione omonima, Gian Carlo Giurlani, che ieri ha disposto un primo investimento di 188 milioni di euro, cui seguirà una seconda tranche per ulteriori 135 milioni. Il progetto esposto prevede, tra l’altro, l’aggregazione delle Casse di Risparmio di Pisa e Livorno nella Cassa di Risparmio di Lucca SpA e l’acquisto, sempre da parte della stessa Cr di Lucca, di ulteriori 25 sportelli Bpi (23 in Toscana e 2 in Umbria). Secondo questo piano, la Cr di Lucca diventerà la «banca aggregante» di Bpi in Toscana, con un totale di 229 sportelli.