Toti, non lo ferma neanche la pioggia

Ieri in 12mila per vederlo da vicino e scattare foto

Giovanni Buzzatti

Nell’acqua (del Mediterraneo) è rimasto per trent’anni. Dall’acqua (del Po) è stato sollevato per iniziare il viaggio, via terra, verso il Museo della scienza e della tecnologia. Con l’acqua (o meglio, con la pioggia) il Toti dovrà fare i conti stasera, nella «tappa» che lo porterà da Settala a via Toffetti. «Le previsioni sono pessime - avverte Daniele Zappalà dall’osservatorio meteo di Milano Duomo -. Inizierà a piovere nel pomeriggio. E le cose non miglioreranno fino alla mezzanotte». L’ora in cui il carrello con 240 ruote lungo 62 metri che trasporta il sommergibile dovrebbe scendere dallo svincolo Rogoredo della tangenziale est ed entrare in città. Ma ci riuscirà anche con la pioggia?
«Il maltempo non è un problema - assicura Giovanni De Paoli, il responsabile tecnico della “Fagioli”, la ditta che trasporta il sommergibile -. A meno che non cadano chicchi di grandine capaci di stenderci al suolo...». Che, comunque, difficilmente riuscirebbero a scalfire lo scafo del sommergibile, costruito per vigilare, e se necessario attaccare, quelli sovietici. Inoltre i tecnici assicurano che anche i due motori del carrello non temono la pioggia.
Nel corso della seconda tappa - 40 chilometri da Corte Madama a Settala - le vibrazioni hanno allentato un raccordo. «I due motori non marciavano più allo stesso modo - spiega De Paoli -. Si è trattato di un guasto di poco conto, siamo arrivati a Settala senza problemi». E lì il Toti rimarrà fino alle 22 di oggi.
Ieri sono arrivati in 12mila per vederlo da vicino, scattare qualche foto al primo sommergibile della marina italiana costruito nel dopoguerra. Ancora orfano della torretta e cuffia proteggi sonar. I due pezzi partiranno stasera dal porto di Cremona, seguiranno il sommergibile lungo la Paullese e poi in tangenziale est. Il carico da 480 tonnellate (solamente il Toti ne pesa 320) entrerà allo svincolo di Paullo e uscirà a Rogoredo (il tratto sarà chiuso al traffico alle 22 su entrambe le carreggiate, lo svincolo di Rogoredo sarà bloccato alle 19).
Tra le 23 e la mezzanotte di oggi il sommergibile farà così il suo ingresso in città. Poi la «corsa» verso via Toffetti, oltrepassando due piattaforme di acciaio montate poco prima dai militari del genio pontieri sotto lo svincolo di Rogoredo e in piazza Mistral. Ieri l’ultima prova e la decisione di aumentare lo spessore delle piattaforme-ponte che, deformandosi, assorbiranno la pressione del carico. Stasera i militari ripeteranno l’operazione, ma in condizioni climatiche avverse.
La pioggia non disturberà invece l’ultima tappa del viaggio iniziato lunedì, sette chilometri tra le vie di Milano che il sommergibile illuminato dai fari percorrerà nella notte di sabato. Fino alle 21 di quel giorno, il Toti resterà ancorato in via Toffetti. Da lì si muoverà verso via Olona, sede del museo, dove è atteso all’alba di domenica. Per la sua ultima traversata.