Toti: «Sono pronto a salire nel patto»

Dopo Fondiaria-Sai anche Pierluigi Toti getta le basi per rafforzarsi in Capitalia: «Sono pronto ad arrotondare la quota in Capitalia, con l’autorizzazione del patto di sindacato», ha detto all’agenzia Radiocor il presidente presidente e amministratore delegato di Lamaro Appalti. Il gruppo Toti detiene l’1,83% di Capitalia: la quota è nel portafoglio di Cinecittà centro commerciale. Capitalia è controllata da un accordo parasociale (cui fa capo il 31% del capitale). Dove l’olandese Abn Amro ha recentemente confermato l’impegno in attesa di capire come incrementare il proprio presidio italiano dopo la conquista di Antonveneta (alcuni contatti sarebbero in corso con Mps). Intanto Fondiaria-Sai sta arrotondando, lentamente, la propria quota in Capitalia: dal 3,1% ha il via libera a salire fino al 3,5 per cento. A fine luglio, invece, è scaduto l’accordo che impegnava Toro Assicurazioni (1% nel patto) a non trasferire la propria quota: ma queste azioni sono vincolate al patto fino al luglio 2008.