Totti ispira Zanetti in ombra Chivu fischiato

INTER
6,5 JULIO CESAR. Una sola sbavatura, con palla persa in un rinvio, in un primo tempo in cui però è bravo e puntuale su Vucinic e Giuly. Poi è sempre molto ordinato e preciso.
5 BURDISSO. Punto debole della difesa nerazzurra. Rischia l'autogol. Stende Totti in occasione del rigore.
6 CORDOBA. Lavora per sé e per gli altri.
6,5 MATERAZZI. Un paio di scontri di gioco con l’ex-compagno in azzurro Totti, tanto per portare subito sostanza e carattere nel cuore della difesa nerazzurra. Puntuale nelle chiusure.
6 CHIVU. Schierato a sinistra e fischiato dai suoi vecchi tifosi ogni volta che tocca palla. Si fa notare per una serpentina fra gli attaccanti della Roma e per una discesa in attacco seguita da un cross insidioso.
5,5 VIEIRA. Vivacchia in mezzo al campo (dal 66’ CAMBIASSO. sv)
5 DACOURT. Recupera palloni a centrocampo ma non è incisivo e viene sostituito. (dal 52’ FIGO. 5,5 - Occupa il posto di Stankovic dietro Ibra e Suazo, rendendo più efficace la manovra. Non basta).
6 ZANETTI. Lavoro nell’ombra.

6 STANKOVIC. Non al meglio a causa della febbre dei giorni scorsi ma la grinta non manca. Anche nel litigare, tanto da farsi ammonire perché si agita dopo una gomitata di Panucci a Burdisso. Nella ripresa, entrato Figo, arretra.
6,5 IBRAHIMOVIC. Comincia facendo la torre ma è controllato e isolato. Poi entra nel vivo e sono sue le due prime buone occasioni dell’Inter. Giocate di classe e polemiche.
6 SUAZO. Passano 19' prima che possa innescare il turbo e Tonetto, per fermarlo, si fa ammonire. La prima volta che scavalca la difesa romanista, innescato da Stankovic, scivola (e non sarà l'unica volta). È sprinter da emicrania per le difese ma difetta in concretezza.
5,5 All. MANCINI. Cambia squadra nella ripresa ma ancora non trova la soluzione del rebus-Roma.
ROMA
6,5 DONI. Poco impegnato nel primo tempo. Grande uscita su Figo.
6 CASSETTI. Si fa vedere anche in attacco con i cross in area.
6,5 MEXES. Lavora bene nel centro della difesa.
6 PANUCCI. Ricorre al mestiere per restare a galla contro il mix nerazzurro di talento e velocità.
6 TONETTO. Tuta blu di Spalletti ma soffre tanto Suazo.
7 DE ROSSI. In campo senza essere al meglio ma fa benissimo la sua parte. E segna il rigore decretato per il fallo su Totti.
6,5 AQUILANI. Forma con De Rossi una cerniera di centrocampo giovane, efficace e di talento. Tocca molti palloni, a volte cerca il passaggio lungo o l'iniziativa personale.
5 TADDEI. Poco presente nella prima parte dell'incontro. Ha un buon pallone in area a inizio ripresa ma lo spreca.
4,5 GIULY. Sullo 0-0 fallisce due occasioni per il vantaggio, la prima praticamente a porta vuota. Più combattivo che preciso e lo conferma sprecando un assist delizioso di Totti anche all’inizio della ripresa. (dal 72' BRIGHI. sv)
5,5 VUCINIC. Impreciso e un po' egoista, potrebbe sfruttare meglio le incertezze difensive dell'Inter.
6,5 TOTTI. Ha un dolore a una coscia e con i calci piazzati non è serata ma i tocchi che ispirano i compagni non mancano mai e sono sempre lampi di classe. E si procura il rigore.
6,5 All. SPALLETTI. Dopo qualche problema nelle amichevoli la sua Roma si conferma un virus per il software dell'Inter.
5.5 Arbitro: ROSETTI. Troppo fiscale.