Totti: «Mai una sera così triste»

da Manchester

«La sera più triste della mia carriera. Ogni tiro inquadravano la porta, sette gol in Champions non li avevo mai presi. Dovevamo rialzarci ma era difficile». Così Francesco Totti ha sintetizzato quella che per la Roma poteva essere una partita da consegnare alla storia. E invece... C’è la grande amarezza di Spalletti che non nasconde le proprie responsabilità: «Una disfatta che mi riesce difficile spiegare. Abbiamo fatto bene i primi 10 minuti, poi loro al primo tiro in porta hanno segnato e noi ci siamo disuniti. La voglia di mettere subito a posto la partita dopo questo gol ci ha danneggiato. Abbiamo dimostrato inesperienza in situazioni del genere e in contropiede ci siano fatti sovrastare. Ogni volta che venivano avanti era un incubo, un’angoscia. Le assenze di Taddei e Perrotta? Hanno qualità di corsa e resistenza che ci avrebbero fatto davvero molto comodo. Ma è inutile recriminare...».
Fra i giocatori solo De Rossi affronta i microfoni: «Provo un’amarezza e una tristezza mai provate prima; è un peccato per i nostri tifosi che sono venuti qui, fa anche male quando ti sostengono fino alla fine in partite così. Ma gli inglesi sono stati più forti, è giusto che siano passati loro».
Prima della partita momenti di tensione e qualche scontro tra tifosi delle due squadre e polizia fuori dallo stadio. Un gruppetto di supporter del Manchester ha tentato di aggredire alcuni romanisti ma sono intervenuti gli agenti, anche quelli a cavallo e le unità cinofile, e con colpi di manganello hanno impedito lo scontro. Si sono però trovati sotto il lancio di lattine di una parte dei tifosi romanisti che avevano visto due dei loro in manette, fermati per un tentato furto di magliette al megastore del Manchester. In tutto, alla fine degli scontri, gli arresti sono stati 18, sette dei quali italiani. Poco prima della partita gli agenti si sono schierati in assetto antisommossa per separare ulteriormente le due tifoserie, mentre lentamente e con un attento filtraggio i quattromila tifosi giallorossi hanno continuato a entrare nello stadio. Non sono mancati altri contatti e qualche ondeggiamento della folla, ma la polizia inglese ha schierato anche le unità cinofile e tutto è tornato lentamente alla normalità.