Totti, un ritorno amaro Sbaglia il rigore decisivo

È stato di Francesco Totti il sigillo nella Supercoppa di ieri. Un sigillo purtroppo negativo. Perché è stato il capitano, rientrato dopo oltre quattro mesi di assenza per infortunio, a sbagliare il rigore decisivo, quello che, se segnato, avrebbe consegnato il trofeo alla Roma, che tanto avrebbe voluto dedicarlo a Franco Sensi. E invece no: palla sulla traversa, Inter ancora in vita e poi l’errore di Juan e il gol dell’altro capitano, Zanetti.
Nella saga infinita di Inter e Roma mancava solo la «lotteria» dei rigori. E ieri, al primo appuntamento (...)
SEGUE A PAGINA 44