Totti si allontana dall’azzurro Domani il Parma in Coppa Italia

Il capitano della Roma: «Non so se e quando torno in nazionale» Chivu vuole restare giallorosso

Il giorno del ricevimento in Quirinale degli azzurri campioni del mondo diventa quello che allontana ancora di più Francesco Totti dalla nazionale. «Non so se e quando torno in azzurro», taglia corto il capitano giallorosso alle inevitabili domande dei giornalisti. «Tra me e Donadoni non c’è stato nulla - chiarisce Totti -. Tra noi le cose sono chiare, a fine stagione ne riparleremo. La finale mondiale mia ultima partita in azzurro? Per ora penso solo alla Roma». E a proposito di campionato, Totti si è detto convinto «che la rimonta sull’Inter è possibile» ha espresso la sua soddisfazione per il rinnovo del contratto di Spalletti che pare imminente. «È importante, tutta la città lo aspetta. Serve per aprire un ciclo, ma per quello sono necessari anche degli acquisti».
Quindi ormai è chiaro. Almeno per questa stagione la nazionale ha un campione in meno e la Roma una sicurezza in più: quella di avere in esclusiva il suo giocatore più importante. Per il campionato, per l’Europa e anche per quella Coppa Italia da cui riparte domani il 2007 giallorosso. Appuntamento alle 21 all’Olimpico per Roma-Parma, andata dei quarti di finale (arbitro il signor Banti di Livorno). Oggi Spalletti, nel corso di una conferenza stampa convocata per le ore 14 a Trigoria, parlerà anche di formazione, anche in vista dell’impegno di campionato domenica a Messina.
E intanto la Roma continua a muoversi con cautela anche nel mercato. Si continua a battere la pista Mathieu per coprire il buco nel ruolo di esterno sinistro. Ma si cerca anche di difendere i propri gioiello. Come Chivu, il cui agente Andrea Pretti ha mandato un messaggio forte e chiaro alla società: «L’intenzione di Christian e della Roma è quella di prolungare il contratto per altri quattro o cinque anni. Entro gennaio ci vedremo, come già stabilito».