Tour Europeo Il thailandese Jaidee trova in Corea 350mila euro

Thongchai Jaidee, il piccolo giocatore thailandese, ha vinto il suo quarto torneo valido per l’European Tour aggiudicandosi sul percorso del Pinx Golf Club, in Corea, il Ballantine’s Championship. Il trentanovenne di Lop Puri, al suo secondo successo stagionale dopo quello nell’Indonesian Open dello scorso marzo, si è aggiudicato la più ricca moneta della sua carriera incassando il primo premio di ben 350mila euro. Con il leader dopo le 54 buche, l’olandese Derksen, che entrava in crisi, ne approfittavano lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño - in gran momento - che annullava i cinque colpi di svantaggio e con un giro in 69 passava al comando. Anche il giocatore di casa Kang Sung-hoon - solo al suo terzo torneo sul Tour europeo - metteva a segno un gran giro in 68 e terminava al fianco dello spagnolo. Jaidee, annullato anch’egli lo svantaggio di tre colpi dall’ex leader, andava all’attacco ed approfittando di un errore - bogey - sia di Castano che di Kang nel finale, riusciva con 8 par consecutivi sulle ultime 8 buche ad affiancarli in un playoff per titolo e moneta. Si tornava alla 18 dove con un bel birdie il thailandese chiudeva la partita riportando la sua 14ª vittoria asiatica. Quarti pari merito l’inglese Benson, lo spagnolo Cabrera Bello e l’ex leader Derksen. Al torneo coreano dotato di un montepremi di ben 2 milioni e 100mila euro erano presenti anche giocatori del calibro di Ernie Els, terminato anch’egli al 4° posto, il coreano Choi (8°), l’inglese Dougherty (31°) e Westwood (34°). Unico italiano Alessandro Tadini che ha rovinosamente rotto nel terzo giro - 84 colpi - chiudendo poi al 34° posto. Questa settimana il tour lascia l’Estremo Oriente per tornare in Europa con l’Open di Spagna a Girona (diretta su Sky Sport a partire da giovedì alle ore 15,30).
Ritorno alla vittoria - dopo 7 anni - per l’americano Jerry Kelly, che sul percorso del Tpc di Avandole in Louisiana, ha vinto lo Zurich Classic superando di stretta misura il connazionale Charles Howell, il sudafricano Rory Sabbatini ed il giovane Charles Wi. Nelle 9 buche finali Howell era riuscito a passare al comando di due colpi nei confronti di Kelly ma due bogey - alla 15 e alla 17 - lasciavano via libera al regolarissimo quarantaduenne del Wisconsin che si aggiudicava così la prima moneta di 1 milione e 100mila dollari.