Tour di Imperia con il «Touring club»

Diego David

Imperia è l'unica città ligure nella quale domenica 22 ottobre il Touring club italiano celebrerà la terza edizione della propria «Giornata nazionale». A far compagnia al capoluogo ponentino ci saranno altre venti località, tra le quali le principali città turistiche italiane di fama non solo nazionale ma anche internazionale, quali Torino, Milano, Verona Palermo e Catania, ma soprattutto Firenze, Roma e Napoli.
«Veder accostata la nostra città a realtà turistiche di notorietà mondiale - ha detto Marco Scajola assessore al turismo di Imperia - ci riempie di orgoglio. La riscoperta dei tantissimi tesori, alcuni dei quali nascosti, che la nostra città racchiude come in un prezioso scrigno attraverso il qualificato apporto del Touring, costituisce un’occasione importante e unica di promozione turistica e culturale di Imperia». «Le delegazioni del Touring e quanti vorranno partecipare alla giornata - hanno spiegato i responsabili locali del sodalizio di promozione turistica ed editoriale fondato nel 1894, Monica Trifone e Andrea Sandri - avranno la possibilità di fare una “full immersion” nei tesori di Imperia, in particolare di Porto Maurizio, la città alta di formazione medioevale che accoglie quanti lungo l'Aurelia giungono da Ponente. Dalle 9.30 alle 12 e dalle 15 alle 17, sarà, infatti, possibile percorrere itinerari guidati, attraverso il Parasio, il borgo antico arroccato sul promontorio di Porto Maurizio con la sua splendida vista sul golfo».
La visita nel nucleo medievale del borgo comprende anche il Duomo neoclassico dedicato a San Maurizio, maestosa costruzione eretta alla fine del Settecento, con possibilità di visitare la Cupola, l'Oratorio di San Pietro con la sua facciata barocca nel quale è contenuto il Cristo Nero, la casa natale di San Leonardo e le logge di Santa Chiara. Le visite saranno dirette dai responsabili delle diverse associazioni cittadine che hanno aderito al programma, tra cui l'Istituto nazionale di studi liguri, il Circolo Parasio, la Compagnia de l'Urivu, la Confraternita di San Pietro e il Centro studi leonardiani. Vera e propria «chicca» della giornata sarà la vista alla «Sala della Regina» di Palazzo Guarnieri, «così chiamata - spiega il presidente della Compagnia dell'Urivu Carlo Todiere - perché vi soggiornò nel 1714 Elisabetta Farnese nel suo viaggio verso la Spagna dove si recava per andare in sposa a Filippo V di Spagna». Nella stessa giornata apriranno i battenti l'Albergo popolare di Furente e la cripta dell'Arcidiocesi di Gorizia. Sarà possibile visitare anche il Museo Navale Internazionale del Ponente ligure di piazza Duomo diretto e curato da Flavio Serafini, che raccoglie reperti importanti della marineria mediterranea e oceanica. Alle ore 11 esibizione della Banda Civica «Città di Imperia». Da sottolineare anche il «Programma Junior» destinato agli under 12. Si tratta di una visita alla Pinacoteca civica destinata ai bambini con le guide dell'Istituto «Stella Maris» che dopo aver studiato un opportuno programma, illustreranno ai loro coetanei le collezioni esposte, tra le quali uno splendido presepe ligneo del Maragliano risalente al Seicento e recentemente restaurato.