Tour, maxi-caduta a due km dall'arrivo. Vince Steegmans

Il velocista belga (<em>sulla destra</em>), che doveva tirare la volata al compagno Boonen, lo beffa sul traguardo e si aggiudica la seconda tappa, con l'arrivo fissato in Belgio, a Gand. Cancellara resta maglia gialla

Gand - Il belga Geert Steegmans ha vinto allo sprint la seconda tappa del Tour de France, da Dunquerke a Gand in Belgio di 168,5 km. Il belga ha beffato sulla linea bianca il compagno di squadra Tom Boonen, a cui doveva tirare la volata. Terzo posto per l'italiano Filippo Pozzato. La tappa è stata caratterizzata da una caduta a due chilometri e mezzo dal traguardo che ha coinvolto almeno una quarantina di corridori nella testa del gruppo. Il ruzzolone è stato innescato da un ciclista che ha centrato l'azzurro Manuel Quinziato, poi tutta l'avanguardia del gruppo è franata sul velocista della Liquigas. Per lui molta paura, ma nessuna conseguenza fisica: "Per fortuna sto bene" sospira sul traguardo. Lo svizzero Fabian Cancellara, rimasto coinvolto nella maxi-caduta ai due chilometri dall’arrivo ha conservato la maglia gialla.

Classifiche Il cronoman elvetico, apparso dolorante al traguardo, guida la graduatoria con 13" sul tedesco Andreas Kloeden (Astana) e 21" sul britannico David Millar (Saunier Duval). All’arrivo il sudafricano Robert Hunter del team Barloworld si è piazzato quarto precedendo il francese Romain Feillu (Agritubel) e l’australiano Robbie McEwen, lo sprinter della Lotto vincitore ieri della prima volata di questo Tour. Settimo il tedesco Erik Zabel (Milram) davanti al connazionale Heinrich Haussler (Gerolsteiner) e al tre volte iridato spagnolo Oscar Freire (Rabobank). Chiude la top ten di giornata il francese Sebastien Chavanel (Francaise des Jeux). Tra gli italiani da segnalare il quindicesimo posto di Enrico Degano (Barloworld). Nella tappa odierna il gruppo ha neutralizzato a circa tre chilometri dal traguardo un tentativo di fuga animato dallo spagnolo Ruben Perez (Euskaltel), il tedesco Marcel Sieberg (Milram) e il francese Cedric Herve (Agritubel).