Al Tour la risurrezione di Vinokourov

Grande successo del kazako che, dopo aver preso una batosta da mezz'ora nel primo tappone pirenaico, compie l'impresa restando in fuga oltre 100 km. Contador prova ripetutamente a staccare Rasmussen, ma non ci riesce. Il danese resta in giallo

Loudenville - Risorge per la seconda volta "Vino". Il kazako Alexandre Vinokourov dell'Astana ha vinto per distacco la 15esima tappa del Tour de France. L'ex favorito numero uno della Grande Boucle colleziona così il suo secondo successo di tappa. Un'altra affermazione dopo aver attraversato il baratro. "Vino" aveva vinto la cronometro rientrando in classifica dopo essere stato vittima di una caduta nelle prime tappe che lo aveva portato molto vicino al ritiro. Poi, ieri, nel primo tappone pirenaico, un altro crollo del capitano dell'Astana, giunto al traguardo con oltre mezz'ora di ritardo da Contador. Oggi la seconda impresa nella tappa più dura del Tour, da Foix a Loudenville, 196 km, con cinque gran premi della montagna e una fuga lunghissima durata oltre 100 chilometri. Il danese Michael Rasmussen (Rabobank) conserva la maglia gialla di leader della corsa dopo un altro grande duello con lo spagnolo, secondo in generale e maglia bianca, Contador (Discovery Channel) che sull'ultima salita ha tentato di staccare per quattro volte, senza riuscirci, il capoclassifica.