Il Touring ci porta a scoprire il meglio di Lecco

Non solo trekking: i comuni della Valvarrone profumeranno di genuina bontà fino al 30 novembre

La provincia di Lecco è la meta ideale per i weekend di fine ottobre: gola, natura e cultura. In città domenica 21, grazie alla giornata Touring, si potrà visitare il centro storico (il Municipio, il Palazzo Civico, il Vallo delle Mura e la chiesa di S. Marta) e gustare, in piazza XX Settembre, vini, formaggi e salumi tipici della provincia. Restando in città l'Atelier delle Arti e del Gusto, www.atelierdelgusto.it, per il ciclo I sapori della memoria, finalizzato a far conoscere il patrimonio enogastronomico lariano e del medio corso dell'Adda, propone alle ore 16 a Ballabio un laboratorio di educazione sensoriale sul cibo, intitolato Il sapore dei colori.
Per chi ama invece passeggiare meta ideale è il territorio che si sviluppa lungo la sponda lecchese del Lago di Como: delimitato a ovest dalla Grigna e a est dalle Prealpi bergamasche, si apre a nord scendendo tra Colico e Dorio fino al lago mentre a sud si chiude risalendo le pendici della Grignetta e del Monte Due Mani. Da visitare domenica l'alta Valsassina, www.altavalsassina.com, dove protagonista è la castagna: a Vendrogno, in occasione della castagnata, si preparano degustazioni di piatti tipici, mercatini artigianali di prodotti locali, e visite al nuovo Museo del Latte in via Roma; nelle piazze di Premana e Crandola sin dal mattino degustazione di castagne cucinate come da tradizione.
Sono poi quattro i comuni della Valvarrone, www.valvarrone.com, coinvolti nell'ottava edizione della manifestazione Sapori d'autunno, che riunisce gran parte dei ristoranti locali sotto la bandiera della promozione dei sapori del territorio. Tutte le domeniche, fino al 30 novembre, è possibile gustare le migliori specialità locali seguendo gli itinerari del gusto che vedranno protagonisti i cuochi dei ristoranti di Introzzo, Sueglio, Tremenico che proporranno menù a prezzi convenzionati. Un esempio di menù? Al capriolo di Introzzo, 0341/875017, risotto ai funghi porcini, polenta con cervo in salmì, brasato di manzo, spezzatino vitello con funghi porcini, formaggi d'alpeggio, panna cotta con frutti di bosco, caffè, acqua e Barbera d'Alba alla modica cifra di 24 €. Prenotare per credere.
I ristoranti che aderiscono all’iniziativa: il rifugio Roccoli a Lorla, 0341/875014; La Bocchetta, 0341/875212; il Capriolo, 0341/875017, e il Piccolo Fiore a Introzzo 0341/875142; il Legnone, 0341/875015, e Monte Legnoncino a Tremenico, 0341/875009; infine il Valvarrone a Vestreno, 0341/804378.