Toyota archivia un altro super anno La sfida ecologica

da Milano

La Russia è il Paese dove stiamo registrando in Europa i più alti tassi di sviluppo, superiori al 60% all’anno: tra gennaio e ottobre abbiamo venduto oltre 140mila auto. È un mercato dove la domanda, attualmente di 1,5 milioni di auto, è destinata a crescere rapidamente, come sta avvenendo in Cina, dove nel 2007 sono stati acquistati 395mila nostri veicoli. Nel mondo, quest’anno, saranno vendute oltre 70 milioni di automobili. Le consegne di Toyota hanno raggiunto quota 9milioni e 340mila, facendo registrare una crescita del 6 per cento rispetto allo scorso anno. Le nostre stime prevedono, inoltre, 9,8 milioni di auto nel 2008 e 10,4 milioni nel 2009, comprendendo i nostri marchi Lexus, Daihatsu e Hino».
Con questa cascata di cifre Massimo Nordio, amministratore delegato di Toyota Italia, analizza le prospettive dell’industria dell’auto e ricorda che la prima società automobilistica giapponese, con 309mila dipendenti e 64 stabilimenti, è presente in 170 Paesi e in 27 con propri poli produttivi.
Negli Stati Uniti, nei primi dieci mesi di quest’anno, Toyota ha venduto 2,199 milioni di veicoli, un milione e 220mila in Europa, con una quota del 5,9 per cento.
In Africa, dove il mercato automobilistico era nel 2006 di 1,324 milioni di veicoli (657mila in Sud Africa, 90mila in Egitto e 89mila in Marocco) Toyota venderà quest’anno oltre 260mila vetture. Tornando all’Europa, nei primi dieci mesi le immatricolazioni di Toyota in Gran Bretagna hanno superato le 129mila unità, 120mila in Italia e 110mila in Germania. A fine anno, sul nostro mercato, Toyota dovrebbe raggiungere le 145mila unità, con una quota del 6 per cento.
«Yaris – precisa Nordio - continua a essere la nostra auto più venduta in Italia, con oltre 70mila unità, un record assoluto; rappresenta il 50% della nostra offerta, seguono Aygo con 25.644 unità vendute nei primi undici mesi e Rav4 con 19.965, best seller tra i Suv compatti dal 2001».
Da sempre Toyota è impegnata nel rispetto dell’ambiente: le auto ibride sono nel medio termine una grande soluzione per il risparmio energetico. Prius sta riscuotendo un crescente interesse proprio perché preserva l’ambiente: da aprile oltre 500 taxisti l’hanno acquistata. Toyota ha già venduto nel mondo oltre un milione di vetture a doppia alimentazione, di cui 873mila Prius, 100mila RXh, oltre 11mila Lexus GS 450h e 6mila LS 600h. Toyota è convinta che dall’inizio del prossimo decennio si venderanno ogni anno oltre un milione di veicoli ibridi.
Dopo aver superato Ford e insidiato la prima posizione al mondo detenuta da General Motors, Toyota sta ora preparando una offensiva di prodotto con undici nuovi modelli entro il 2009. C’è viva attesa, infine, per la concept car IQ, una city-car che in meno di tre metri offre quattro posti e per la nuova Avensis, ancor più tecnologica e accattivante.