Toyota conquista la Russia e cresce in Europa

Luigi Cucchi

Toyota conquista la Russia e nei primi nove mesi di quest’anno registra una crescita delle vendite pari al 53% raggiungendo le 73.268 unità. Questo balzo in avanti di eccezione è stato accompagnato da una affermazione in tutta Europa, anche se con incrementi non così sorprendenti. Tra gennaio e settembre Toyota Motor Europe (TME) ha venduto un totale di 870.079 unità, con un incremento del 12% rispetto allo stesso periodo del 2005.
La quota complessiva di mercato di Toyota, nei primi nove mesi, è aumentata di 0,5 punti in percentuale, passando al 5,8 per cento. Nel mese di settembre record assoluto di vendite del primo costruttore giapponese di auto, secondo al mondo dopo General Motors, con 110.306 unità (più 17% sul settembre 2005), con una quota di mercato che è stata di un punto in percentuale superiore: il 6,4 per cento. Per Toyota il 10% di penetrazione in Europa è un obiettivo che si avvicina velocemente.
Anche le vendite del brand Lexus nei primi nove mesi del 2006 sono cresciute del 97%, toccando 39.906 unità. Da gennaio a settembre, la casa giapponese ha prodotto nel Vecchio continente 522.942 vetture, 646.989 motori e 424.537 cambi nei suoi impianti dislocati in Gran Bretagna, Francia, Turchia, Polonia e Repubblica Ceca. Per l’anno in corso Toyota s’è data un traguardo di vendite pari a 1,1 milioni di unità, di cui 48.000 unità del marchio Lexus. Anche il brand Toyota ha festeggiato il miglior risultato di vendita, sempre a settembre con Yaris (26.042 unità, più 18%); Rav4 (13.146 unità, più 31%) e il record assoluto di consegne mensili per Aygo (10.152 unità). Contemporaneamente anche le vendite dell’ibrida Prius hanno registrato un primato mensile assoluto a settembre (2.895 unità, più 30%). Le consegne dei modelli Lexus, IS e RX, hanno contribuito praticamente a raddoppiare il totale del marchio nel periodo gennaio-settembre. Il Lexus «hybrid drive» ha avuto un impatto notevole, dal momento che le vendite della RX 400h (9.345 unità) e GS 450h (1.343 esemplari) rappresentano quasi il 27% del totale. Per quanto riguarda i veicoli diesel, il tipo di motorizzazione rappresenta il 23% del totale delle vendite di Lexus, grazie alla IS 220d (9.270 unità). La RX350 è stata lanciata sul mercato italiano ad aprile: sinora in Europa ne sono state acquistate 6mila. Per quanto riguarda la RX grande interesse per la versione ibrida (RX400h): tra gennaio e settembre nel nostro Paese ne sono state consegnate circa 1.200. In Europa, il marchio Lexus è in forte ascesa: nel 2005 ha venduto circa il 16% in più rispetto al 2004 e nei primi 9 mesi del 2006 c’è stato un incremento delle vendite del 97% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, una crescita impressionante.
Per il mercato europeo l’obiettivo è di arrivare a 48mila unità quest’anno e a 65mila nel 2010.