Per Toyota crescita continua e record in Italia

Luigi Cucchi

Collezione di primati per Toyota in Europa. Il primo costruttore di auto giapponese, secondo al mondo dopo General Motors (quest’anno dovrebbe avvenire il sorpasso con oltre 9,2 milioni di veicoli prodotti), sta registrando da nove anni in Europa continui record di vendite. Per il 2006, Toyota intende superare per la prima volta l’obiettivo di un milione di unità vendute e sfruttare la piena capacità dei suoi impianti in Gran Bretagna, Francia, Turchia, Polonia e Repubblica Ceca, per produrre 806mila veicoli, 860mila motori e 575mila cambi. Nell’ultimo anno le vendite Toyota sono cresciute del 5% in un mercato con andamento piatto. La quota di mercato è cresciuta di 0,2 punti, arrivando al 5.1%, il livello più elevato mai raggiunto in Europa.
«Stiamo crescendo passo dopo passo - ha detto Shinichi Sasaki, presidente di Toyota Motor Europe - e il nostro obiettivo è quello di assicurare ai clienti prodotti di qualità, servizi e il value-for-money che meritano».
Toyota ha ottenuto i record di vendite per i seguenti modelli: Corolla (207.846 unità, più 12%); Corolla Verso (91.354 unità, più 42%); il leggendario Land Cruiser (44.894 unità, più 7%) e la Prius ibrida (18.758 unità, più 130%). Le vendite di veicoli ibridi di Toyota in tutto il mondo hanno superato il tetto delle 613mila unità e l’obiettivo 2006 è quota 400mila.
Il brand di lusso Lexus ha pure segnato un nuovo record di vendite per anno, con 28.777 unità, il 16% in più rispetto all’anno precedente, grazie al record annuale di vendite della Lexus GS (6.144 unità, più 721%) e della Lexus RX (14.474 unità). La Gran Bretagna continua a rappresentare il mercato più grande per Toyota in Europa. Nel 2005 ha registrato un record di consegne di 138.534 unità, segue l’Italia, secondo mercato di Toyota, con il primato annuale di 130.507 unità (più 1%), poco di più della Germania (130.275 unità, più 8%). La Francia (92.024 unità, più 15%) e la Spagna (65.498 unità, più 16%) hanno pure festeggiato nuovi primati annuali e sono state, rispettivamente, il quarto e il quinto mercato più importante per Toyota in Europa. A sua volta, la Russia ha registrato la maggiore espansione con la vendita di 64.102 unità (più 40%). L’obiettivo per il 2006 per il mercato italiano è il superamento di quota 140mila.
Il 2005 ha contrassegnato una decade di grande e continua crescita per le attività di Toyota in Europa: si è passati dalle 384.102 unità vendute nel 1995, alle attuali 806mila ottenute con numerosi modelli tutti prodotti nel Vecchio continente: Aygo, Yaris, Corolla, Corolla Verso e Avensis. In Europa, Toyota impiega, in forma diretta o indiretta, circa 55mila persone e ha investito più di 6 miliardi a partire dal 1990. La sua qualità è riconosciuta in tutti i mercati: i modelli del colosso giapponese hanno conquistato il primo posto in cinque dei sette segmenti dell’indice di soddisfazione del cliente 2005 di J.D.Power in Germania. Toyota si è inoltre piazzata per qualità al primo posto assoluto tra le marche.