Toyota a misura di metropoli? C’è Urban Cruiser

LisbonaSaranno 11 le novità che Toyota metterà in campo quest’anno per aggredire la crisi, un risveglio, dopo il lungo digiuno dello scorso anno, che è iniziato con iQ e Avensis alle quali vanno ora ad aggiungersi Verso e Urban Cruiser, un classico della casa giapponese, completamente rivisitato, e un crossover totalmente nuovo, perfetto per intercettare la clientela che abbandona i grandi Suv, spinta dalla sempre più diffusa voglia di downsizing, di auto compatte, meno costose e più economiche nella gestione.
Con una lunghezza di solo 3,93 metri e una larghezza di 1,72, con posizione di guida rialzata, Urban Cruiser guarda al pubblico femminile, rimasto orfano del Rav4 corto, a tre porte, il Suv che ha fatto conoscere il marchio Toyota alla grande platea europea. Stile, con carrozzeria a quattro porte, e meccanica seguono le tendenze sempre più diffuse nel segmento dei crossover compatti: linee squadrate, ricche di convessità e concavità, da una parte e, dall’altra, trazione integrale proposta in alternativa a quella sull’asse anteriore, ottima per chi è più interessato al look che ai reali vantaggi del 4x4. Per il lancio, articolato in maggio su una serie di prove aperte al pubblico su diversi circuiti italiani (in queste occasioni sarà possibile guidare anche la nuova Verso), Urban Cruiser si presenterà soltanto con la versione 4x4 abbinata al propulsore 1.4 D-4D, 90 cv di potenza massima e 205 Nm di coppia, munito di Dpf di serie, un brioso turbodiesel che, con un valore di CO2 emesso di 130 grammi/km, può accedere agli incentivi alla rottamazione, agevolazione di cui godrà anche il motore a benzina, disponibile nei test di guida ma in commercio da settembre, destinato alla versione a due ruote motrici. L’1.3 da 101 cv registra infatti 129 grammi/km di anidride carbonica emessa grazie anche all’adozione di serie del dispositivo Stop&Start che è sempre innestato, un’esclusiva di Toyota.
Adattata nelle finiture, molto curate, oltre che nelle motorizzazioni, al gusto europeo, la nuova giapponese ha l’arma vincente nella maneggevolezza nonostante il passo generoso (2,46 metri) che ha permesso di realizzare un abitacolo spazioso, riservando ai bagagli un vano da 300 litri (sulla 4x4 con kit di riparazione della gomma forata). Del nuovo Urban Cruiser si conoscono, per ora, soltanto i prezzi di ingresso indicativi: 17mila euro per il benzina 4x2 e 20mila per la 4x4 turbodiesel. Completamente nuova, ma fedele all’interpretazione Toyota del concetto di multispazio, è poi la nuova Verso, sul mercato a giugno, con due motori a benzina (132 e 147 cv) e tre turbodiesel 2.2 D-4D (126, 150 e 177 cv) mette a disposizione dei sette occupanti una vera lounge, spaziosa, dotata di tutti i comfort e decisamente sicura sotto ogni aspetto. Prezzi da 19.600 euro, per i benzina, e 23.800 per i Diesel.