Toyota Rav4 Hybrid vera alternativa al motore diesel

Potenza totale di 197 cv, consumi ridotti e meno CO2 nell'aria. L'importanza del Safety Sense

In un momento storico in cui tante aziende stanno sdoganando i Suv per i loro dipendenti e che, anche per ragioni etiche, la rinuncia ai motori diesel non è più un tabù, Toyota rilancia sul mondo delle flotte con il nuovo Rav4 Hybrid, vettura che coniuga la ormai ventennale esperienza della Casa giapponese nello sviluppo di Suv compatti con l'innovativa e sempre più efficiente tecnologia Full Hybrid, vessillo di una delle sue auto best sale, la Prius, giunta ormai alla sua quarta generazione.

Il Dna Hybrid è quindi il cuore del nuovo Rav4 che abbina un motore termico 2.5 a ciclo Atkinson a uno elettrico con una potenza totale di 145 kW/197 cv, un'accelerazione da 0 a 100 chilometri orari in soli 8,3 secondi, con bassi consumi per 4,9 litri/100 chilometri nel ciclo combinato ed emissioni per 115 grammi/chilometro.

Insomma, risparmio per l'azienda che non è più obbligata a flotte all-diesel per motivi di consumi, nonché un grande aiuto all'ambiente e alla reputazione dell'azienda stessa. Con il marketing e l'ufficio acquisti ovviamente a ringraziare.

Il nuovo Rav4 Hybrid è disponibile sia a trazione anteriore sia integrale (E-Four), con un equipaggiamento al top. Con la trasmissione E-CVT e il sequenziale Shiftmatic, il Panoramic View Monitor  con panoramica a 360 gradi dell'area attorno alla vettura, un nuovo quadro strumenti con display multi-informazioni Tft a colori da 4,2 pollici e tanta sicurezza con il Toyota Safety Sense Plus che prevede il sistema pre-collisione con funzione di rilevamento pedoni, avviso di superamento di corsia, cruise control adattivo, rilevamento della segnaletica stradale, abbaglianti automatici, blind spot monitor con rear cross traffic alert e il nuovo sistema di parcheggio con 8 sensori.

Un equipaggiamento ancora più ricco nella versione Business, basata sull'allestimento Active, con in più il Navigatore satellitare Toyota Touch® 2 completo di Go, il ruotino, i cerchi in lega da 17 pollici, il climatizzatore automatico, lo Smart Entry e Push Start, il volante in pelle con comandi multifunzione o le luci posteriori a Led Light Guide.

Prezzi da 28.950 euro per il due ruote motrici versione Active a 39.700 euro per il 4 ruote motrici Lounge. Un modello già venduto in 6 milioni di esemplari in tutto il mondo, di cui 1,5 milioni in Europa, e che, nelle intenzioni della Casa giapponese, dovrà insieme alla Prius trainare il sempre più promettente mercato delle automobili ibride, di cui proprio la Prius è l'incontrastata regina.

AV