Tracce di sport: il 13 maggio riparte il viaggio di Donnaggio e Zorzi

L'Istituto di Credito Sportivo partner dell'iniziativa che svolge un'attività di ricerca e comunicazione per dare voce e far conoscere una faccia dello sport che spesso non appare

Tracce di Sport è un'attività di ricerca e comunicazione, cha ha avuto avvio nell'estate 2010 con un viaggio in Italia, nato su iniziativa di Elena Donaggio (ricercatore Irs) e Andrea Zorzi (ex-pallavolista e giornalista) con l'obiettivo di guardare allo sport dalla duplice prospettiva del ricercatore e dello sportivo.
L'iniziativa, sostenuta da Irs - Istituto per la Ricerca Sociale e dall'Istituto per il Credito Sportivo, gode del patrocinio del Coni e del Cip (Comitato Paralimpico). L'idea è stata quella di dare voce e far conoscere una faccia dello sport che spesso non appare, di raccontare i diversi volti e le diverse sfumature che caratterizzano questo universo, raccogliendo «sul campo» e dalla voce dei protagonisti le storie delle persone e dei luoghi che lo compongono. Una ricerca sulle tracce dei grandi campioni, delle storie di sport, delle tradizioni locali, degli spazi e dei progetti significativi.
Il secondo Viaggio di Tracce di Sport, della durata complessiva di circa 60 giorni, partirà il 13 giugno da Cagliari, per concludersi in novembre a Milano. Un tour unico nel suo genere, che ha come obiettivo quello di incontrare i ragazzi delle scuole superiori per trasmettergli le emozioni dello sport, sensibilizzare le istituzioni locali e discutere con loro delle potenzialità dello sport, trovare e raccontare, nel 150° dell'Unità d'Italia, i luoghi dello sport della penisola.
Il programma del 2011 prevede l'organizzazione di un viaggio che sarà diviso in due momenti della durata di circa 30 giorni ciascuno: nei mesi di maggio/giugno «Tracce di Sport» si sposterà in Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania, Molise, Abruzzo e Lazio. Nei mesi di settembre/ottobre in Piemonte, Valle D'Aosta, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Lombardia.
In ognuna delle venti regioni Donnaggio e Zorzi si fermeranno due giorni e ciascuna tappa prevederà varie attività: incontri con la scuola (due ore in cui Zorzi racconterà la sua storia sportiva e professionale e discuterà con gli studenti di una scuola superiore); sensibilizzazione delle istituzioni (riunioni con i rappresentanti di enti locali, associazioni, dirigenti società sportive e dirigenti scolastici); visite a luoghi dello sport entrati a far parte dell'immaginario collettivo (dalle montagne del ciclismo, agli stadi del calcio, dalle piste automobilistiche, agli impianti sportivi che hanno ospitato momenti importanti della storia italiana). I contributi verranno mandati in onda quotidianamente su Rainews e saranno oggetto di collegamenti radiofonici con Radio 24. Info su: www.traccedisport.com (nella sezione Sulla strada)