Tradizione a Fiumicino: pescherecci in processione

Con il concerto di Amedeo Minghi, lungo il porto canale, entrano nel vivo questa sera i festeggiamenti a Fiumicino per la Madonna dell’Assunta, che vivranno nella giornata di Ferragosto il momento più suggestivo con la tradizionale processione a mare. Il rito, il 15 agosto, comincia alle 18, nella chiesa di Santa Maria Porto della Salute; alle 18.30 l’imbarco sul peschereccio «Nonno Ciro», che quest’anno avrà l’onore di ospitare l’antica immagine lignea della Vergine, seguito dagli altri pescherecci, dalle motovedette della capitaneria di porto, della guardia di finanza e dei carabinieri, e che si dirigerà verso il mare aperto. Le imbarcazioni renderanno omaggio alla Madonna con le loro sirene mentre, alla presenza del sindaco Mario Canapini, il vescovo della diocesi di Porto e Santa Rufina, monsignor Gino Reali, benedirà le due corone che verranno poi lanciate in acqua e pregherà per tutti i caduti in mare. Il rientro al tramonto. Fiumicino celebra così «Maria Porto della Salute»: con questo appellativo veniva, infatti, invocata la Vergine dai marinai e dai pescatori, già dagli inizi del secolo XVII dagli abitanti del borgo marinaro sorto sull’area dell’antico porto di Roma. Attese, come consuetudine, migliaia tra fedeli e turisti lungo le banchine del porto canale, punto privilegiato per assistere il rito che ripercorre la nascita del borgo marinaro. Per l’occasione verrà riaperta provvisoriamente la settecentesca chiesa di Santa Maria Porto della Salute, inserita nel disegno architettonico del Valadier del centro storico di Fiumicino lungo il porto, da mesi interessata da lavori di consolidamento interno e della cupola, a cura della sovrintendenza ai Beni architettonici e per il paesaggio del Lazio. Il programma dei festeggiamenti prevede serate di cabaret e liscio in piazza, fino al suggello ferragostano dei fuochi d’artificio al porto.