Tradizioni e novità per passare le feste soli o in compagnia

Musei aperti, gite in battello, pranzi tipici e la riscoperta del mare tra barche d’epoca e moderni gioielli della nautica

Riccardo Re

Non tutti hanno ancora deciso come organizzare la giornata di oggi o cosa fare nell’imperdibile gita di pasquetta. Sono molti e per ogni gusto i suggerimenti che possono dare un aiuto in extremis. Partiamo subito dall’immancabile pranzo pasquale. Coloro che fossero stati colti in contropiede dall’incombente giornata festiva non si scoraggino. Agnello, carciofi e aria aperta. Sono queste le tre parole d'ordine delle proposte che animeranno Genova e dintorni oggi e domani. Tipici menù fissi si potranno consumare al Bailamme di Pegli o nelle sale panoramiche della Polveriera sulle alture di Righi.
Gli appasionati di nautica potranno invece spostarsi a Santa Margherita dove avrà luogo la quarta edizione del «Porto Aperto», organizzato da Mistral Boats. Sia oggi sia domani, gli interessati potranno addirittura provare in mare barche da sogno come gli ultimi modelli di oltre 12 metri di lunghezza o l’ammiraglia della classe, il C 52, meraviglioso yacht di 16 metri da mille e una notte. Chi invece vorrà aprire il proprio uovo di cioccolata in compagnia lo potrà fare a Finale Ligure. Dopo la sfilata della banda Folkloristica «Rumpe e Streppa» alle 11.30 il sindaco Flaminio Richeri aprirà un uovo di cioccolata di oltre dieci chili in piazza di Spagna.
La due giorni pasquale offre diverse opportunità anche a chi vuole conciliare le feste con appuntamenti culturali. Numerose le aperture straordinarie dei musei genovesi. I musei di Strada Nuova, rimarranno aperti dalle 10 alle 19 dove si avrà l’occasione di visitare le mostre: «I 100 anni di Tokyo», «I fiori del barocco» e «Gioielli di Filo». Sarà aperto anche il Castello D’Albertis dalle 10 alle 19 e oggi, alle 15.30 sempre al castello è prevista una visita guidata con tanto di degustazione di colomba pasquale. Aperta anche la galleria d’Arte Moderna (oggi dalle 15 alle 19 e domani dalle 10 alle 19) e il Museo del Mare (dalle 10 alle 19.30). Spostandoci a Palazzo Spinola, anche qui non si troveranno i cancelli chiusi. Dalle 8.30 alle 19.30 infatti il pubblico potrà visitare la Galleria Nazionale dove vi saranno interessanti novità: un servizio da tè, in stile Boselli e le 120 veilleuses, collezionate tra gli anni Cinquanta e Settanta del Novecento da Graziella e Maria Risso.
Sperando nel buon tempo, un’interessante escursione potrebbe essere la sempre caratteristica gita in battello. Il consorzio Liguriaviamare sul sito www.liguriaviamare.it (o al numero 010-256775) comunica tutti gli orari, itinerari, prezzi e perfino le condizioni meteo. Partenze dall’area del Porto Antico e da Pegli dalle 10 alle 13 verso Portofino, San Fruttuoso di Camogli e Camogli e ritorni previsti entro il tardo pomeriggio. Come ogni anno nel giorno di Pasquetta, si rinnova a Moneglia l’appuntamento con la tradizione e la genuinità. Sarà aperta la 25^ mostra del mercato dell’olio d’oliva, dove fin dal primo mattino numerosi stand gastronomici allieteranno i palati dei fortunati visitatori. Numerosi gli appuntamenti «collaterali» come la visita al modernissimo Frantoio del Consorzio e a quello antico con ancora le ruota di pietra o la mostra fotografica e quella filatelica. Rimanendo in Riviera, le possibilità per il Lunedì dell’Angelo sono numerose. Nella spiaggia centrale di Zoagli alle 11 sarà possibile visitare un’imbarcazione di proprietà dell’associazione Storie di Barche, costruita nel 1935 alla Spezia e oggi completamente restaurata.
Sempre lunedì a Campomorone e Isoverde si celebrerà il 64^ anniversario dei martiri di Isoverde e Gallaneto. Ritrovo alle nove di tutti i partecipanti al circolo A.R.C.I di Isoverde.
Buona Pasqua a tutti.