Traffico, ambiente, edilizia. Chiavari ko in 3 mosse

Traffico, ambiente ed edilizia i punti su cui Forza Italia chiede conto all'amministrazione Poggi. Un bilancio di fine anno che fa dire ad Emanuele Rustichelli, portavoce Fi Chiavari: «Sono riusciti a dissipare e sprecare quanto l'ex sindaco Agostino ha realizzato nei suoi mandati. Ad oggi nessuna opera di ordinaria amministrazione, parchi e giardini in stato di abbandono, strade piene di buche, area di colmata sotto sequestro e l'incognita polo scolastico». Poi l'affondo sul piano del traffico, «20.000 euro per lo studio, sperimentazioni che ne hanno mostrato l'insuccesso, 5.000 firme contro e la protesta dei commercianti». Un flash back sul blitz del taglio delle magnolie dei Viali Tappani e Arata per sostituirle con le palme, «cento in tutto, per 1.400 euro. Oggi 50 sono posizionate nei viali, le altre giacciono alla colmata». E l'ampio capitolo sull'edilizia, «promesse tante e fatti zero. Ma in un amen approvano l'intervento sull'albergo Mare Monti con cambio di destinazione d'uso. E perdono i finanziamenti regionali per il social housing». Una visione d'insieme che Emilio Cervini, consigliere comunale Fi, approfondisce con dovizia di particolari, calcando sull'incapacità della giunta Poggi di ascoltare la gente. «Lo stesso rapporto tra maggioranza e minoranza non è mai stato a questo livello di scontro ed emerge il problema del presidente del consiglio comunale che non è super partes». Cervini ricostruisce il caso-magnolie ricordando la sospensiva del Tar e l'udienza nel merito spostata dal 14 dicembre all'8 marzo 2007. «Dal contesto era nata l'urgenza d'un piano del verde che doveva essere presentato il 7 dicembre. Il 14 ne chiedo copia al Comune che mi dice di non averlo ancora a disposizione, mentre scopro che il 23 novembre lo aveva consegnato al Tar in vista dell'udienza del 14. Ancora mancata trasparenza». L'altro regalo di Natale è «lo spostamento del mercato in Piazza Matteotti, con riclassificazione degli ambulanti, a seguito dell'inversione di senso di Via Bixio prevista dal piano del traffico, contrariamente alle rassicurazioni del sindaco». La ciliegina arriva con l'edilizia residenziale pubblica, cavallo di battaglia della giunta di centro sinistra: «Chiavari e Lavagna hanno presentato insieme un progetto escluso per mancanza dei requisiti, perdendo il finanziamento regionale del social housing». Cosa resta da chiedere per il 2007? «Almeno confronto e dialogo con la città».