Traffico Le mamme antismog lanciano una raccolta firme

Più corsie riservate per i mezzi pubblici e piste ciclabili sicure: «Quante persone in più userebbero la bici e i tram per spostarsi quotidianamente in città?». Se lo chiedono - e girano la domanda con una lettera inviata a sindaco, consiglieri comunali e Commissione europea Ambiente - i genitori antismog, impegnati da anni nella lotta al traffico e alle polveri sottili. In vista del consiglio straordinario sul traffico che si terrà domani pomeriggio a Palazzo Marino, annunciano il lancio a breve di una petizione (sul sito internet www.genitoriantismog.it) «con i provvedimenti che potrebbero cambiare il volto di Milano». Le mamme antismog sollecitano il Comune a «rivedere le scelte fatte fin qui per migliorare la mobilità: l’abbandono dei progetti di estensione delle corsie preferenziali, la riduzione dei costi della sosta e non ultima la mancata riformulazione di Ecopass - sostengono - sono un incentivo a spostarsi in macchina». L’Arpa anche ieri ha registrato valori del Pm10 oltre i limiti: 69 microgrammi al metro cubo a Città Studi e 68 in via Senato. Il Codici (Centro per i diritti del cittadino) ha sollecitato le istituzioni «e soprattutto il Comune ad attivarsi urgentemente per salvaguardare la salute dei cittadini».