Traffico in tilt, auto e moto in ostaggio

Esco di casa e ancora prima del caffè del mattino, sul pannello a messaggio variabile vicino a casa leggo «Strada Aldo Moro chiusa in entrambi i sensi». Ahia. «Fincantieri» è l'immediata e inevitabile associazione di idee. Da subito si capisce che sarà una giornata di passione perché se la sopraelevata è già chiusa di mattina significa che la città finirà nel caos più totale. Non è una semplice supposizione, ma una certezza. «Meno male che ho la moto», penso, in qualche modo riuscirò ad arrivare in redazione. Guardo al cielo, è scuro, inizia a piovigginare. Ahia. (...)