Traffico, tregua armata negozianti-Comune

Sulla regolamentazione del carico-scarico merci è guerra aperta tra il vicesindaco e neo assessore al Traffico Riccardo De Corato e l’Unione del Commercio. L’uomo d’azione De Corato, che ha preso di petto la spinosa questione del traffico, avverte i commercianti che «predicano bene ma razzolano molto male: vogliono riaprire il tavolo e rivedere la delibera? Inizino a rispettare le regole vigenti».
Rispondendo al rappresentante dell’Unione del Commercio, Simonpaolo Buongiardino che gli aveva lanciato la volata - «avevamo capito che il piano sarebbe partito con un ascolto della categoria e ci crediamo ancora» - De Corato aveva risposto «ricordo a Buongiardino che è una decisione già presa dalla giunta, dopo avere consultato i commercianti». A riaccendere la miccia della polemica l’associazione di categoria: «Mi dispiace che De Corato sia stato così male informato: questa delibera - che non riguarda solo il carico e scarico delle merci, ma la cui applicazione va ben al di là perché investe l’intero traffico dei veicoli commerciali - è stata per noi una grande sorpresa... la delibera a cui noi ci opporremo introduce il divieto di circolazione per tutti i veicoli commerciali al di fuori degli orari previsti per il carico e scarico».
Ma il neo assessore al traffico ha tutta l’intenzione di mantenere la linea dura e andare avanti per la propria strada: alea iacta est, la delibera è stata firmata. «Quando l’assessore alla Mobilità Croci ci presentò il documento - sottolinea De Corato - ci aveva spiegato che era il frutto di un lungo tavolo di confronto con i commercianti. Se i commercianti avevano dato il via libera o meno alla decisione, ormai è ininfluente». A proposito di Croci, è stato il sindaco ieri a chiudere le polemiche scaturite dalle dichiarazioni antiberlusconiane e dalle critiche ai colleghi di giunta pubblicate su Cartalibera, il giornale on line che dirige: «Preferisco che gli assessori si dedichino a tempo pieno alle attività legate allo sviluppo della città».
Il vicesindaco punta ai fatti e supera la mera polemica, facendo notare come attualmente la consegna delle merci sia off limits dalle 7,30 alle 9,30, come a dire: sotto questo aspetto il documento non aggiunge niente. «Ieri ho fatto un giro dalle 7,15 alle 9 per controllare i 54 incroci presidiati dai vigili: ho contato migliaia di furgoncini, parcheggiati non in seconda ma in terza fila, che scaricavano merce facendosi beffe del regolamento vigente. Anzi, invito Buongiardino - rilancia De Corato - a fare un giro con me per verificare di persona come il divieto venga si-ste-ma-ti-ca-mente violato. Anzi. Due sono le violazioni: divieto di carico tra le 7,30 e le 9,30 e parcheggio in doppia fila, poi parleremo della delibera».
Buongiardino: «A De Corato dico che, serenamente, pensiamo sia ancora possibile confrontarsi in modo finalmente costruttivo con l’amministrazione comunale». Ribatte De Corato: «I commercianti rispettino le regole nel periodo natalizio, poi parleremo del divieto di circolazione per i mezzi commerciali fuori dagli orari consentiti. E aggiunge: la delibera, che entrerà in vigore il primo gennaio, vedrà una fase di applicazione sperimentale, per tre mesi, poi valuteremo gli effetti e faremo gli eventuali aggiustamenti».
Poi la stoccata finale: sulle vie di scorrimento si potrà traslocare solo nel week end.