Traffico Via al tunnel Linate-Expo L’aula boccia la congestion charge

No alla congestion charge, alla trasformazione di Ecopass in una tassa sul traffico per tutti (anche se questa strada non dispiacerebbe al sindaco Letizia Moratti), sì al tunnel Expo-Linate. Il consiglio comunale ha approvato ieri con un ordine del giorno gli interventi a favore della mobilità sostenibile per il 2010. Future decisioni sul ticket, ha affermato in aula il vicesindaco Riccardo De Corato, «saranno prese solo dopo la consultazione con i cittadini. É fondamentale per noi ascoltare i milanesi prima di avviare nuovi provvedimenti». Previsti anche maggiori controlli per il rispetto del blocco del traffico regionale e della sosta in doppia fila, la realizzazione di circa 24 chilometri di piste ciclabili. Bocciata, ma con un solo voto di scarto, la mozione presentata dal Prc per l’istituzione della circolazione a targhe alterne fino al 31 dicembre e la «non realizzazione» del tunnel Linate-Expo, che letta al contrario vale come un avanti tutta. In assenza della maggioranza in aula (tranne alcuni consiglieri) l’opposizione è riuscita ad approvare due ordini del giorno anti-crisi: un fondo da 19 milioni nel bilancio e il blocco delle tariffe per 2 anni. «Padrona» dell’aula, vota anche la richiesta al governo di rivedere il patto di stabilità.