Traffico vietato in sei strade Ridotti i posteggi

Lo spostamento degli Oh bej al Castello significa anche una piccola rivoluzione del traffico in zona. Un cambio «dovuto», come ricorda l’assessore comunale al Commercio, Tiziana Maiolo, ai lavori per il parcheggio in Sant’Ambrogio. Chiuse al traffico in questi quattro giorni tutte le vie di accesso al parco, anche ai residenti. Si tratta di via Sella, via Beltrami, via Ricasoli, via Minghetti, via Jacini.
Come spiegano dal comando dei vigili di zona 1, chi proviene da via Legnano potrà arrivare fino al primo incrocio, poi sarà obbligato a entrare in via Lanza e da lì immettersi in Foro Buonaparte che resta percorribile. Tutto l’anello di piazza Castello sarà occupato dalle bancarelle. Non solo. Un paio di parcheggi a pagamento normalmente utilizzabili saranno destinati alle auto dei residenti e dei portatori di handicap.
Dunque, i posti destinati alle auto saranno veramente pochi. O comunque non adeguati a quel fiume di visitatori che si aggira di solito sui 150mila a giornata. E infatti il consiglio è di utilizzare i mezzi pubblici.
Durante i giorni della manifestazione le linee automobilistiche dell’Atm 57 e 94 modificano provvisoriamente il percorso e, nelle ore di massima affluenza - come preavvisa l’Atm - potrebbe rendersi necessario introdurre modifiche e limitazioni di percorso anche per le linee tranviarie 4 e 7. Per chi arriva in metrò, il consiglio è di non utilizzare solo la fermata di Cairoli (M1) ma anche Cadorna, Cordusio e Lanza.