Tragedia in autostrada: morti quattro operai

Tra i quattro feriti uno è grave. Il minibus su cui viaggiavano è uscito di strada sulla A16 all'altezza di Baiano (Avellino)

Quattro operai sono morti sul colpo nello schianto di un minibus sulla A16 Napoli-Bari sullo svincolo di Baiano (Avellino). Altri quattro sono feriti tra cui uno in gravi condizioni.

Secondo le prime ricostruzioni, il monovolume sul quale si trovano viaggiava a velocità sostenuta e ha svoltato solo all'ultimo momento per uscire dall'autostrada. Il conducente ha quindi perso il controllo e si è schiantato contro la cuspide che divide la corsia dallo svincolo. Poi il mezzo ha sfondato il guardrail tirando giù anche il cartello delle indicazioni stradali ed è precipitato per alcune decine di metri nella scarpata.

Gli operai - secondo le testimonianze raccolte sul posto - provenivano da un cantiere in attività in Irpinia e stavano rientrando nei paesi di origine nel Napoletano. L’incidente è avvenuto in un tratto di autostrada già tristemente noto per un altro drammatico incidente stradale. A non più di 7-8 chilometri dal punto dove oggi hanno perso la vita i quattro operai, nel luglio del 2013, un pullman di pellegrini che rientrava a Pozzuoli (Napoli) da San Giovanni Rotondo (Foggia) volò giù da un viadotto dell’autostrada. Il bilancio di quell’incidente fu terribile: nel volo morirono 40 persone.