Tragedia a Brescia, carabiniere si toglie la vita: condannato a 7 anni di carcere per corruzione

Si è sparato un colpo alla testa
perché non accettava l’idea di finire in cella. E' il gesto
disperato di un carabiniere 49enne di stanza a Isorella
(in provincia di Brescia) che si è tolto la vita la scorsa notte una volta
appreso che la sentenza di condanna sarebbe stata definitiva

Brescia - Si è sparato un colpo alla testa perché non accettava l’idea di finire in cella. E' il gesto disperato di un carabiniere 49enne di stanza a Isorella (in provincia di Brescia) che si è tolto la vita la scorsa notte una volta appreso che la sentenza di condanna sarebbe stata definitiva. L’uomo era stato arrestato nel 2004 con l’accusa di avere coperto un giro di spacciatori marocchini ai quali era assicurata l’impunità in cambio di denaro. Condannato nell’aprile 2010 a 8 anni e in appello a sette anni, la Cassazione ha confermato il verdetto.