Una tragedia che deve sempre andare in scena

Milano non dimentica. E l’intera giornata di oggi viene dedicata alla Memoria dell’Olocausto. Un grande numero di eventi affollano il panorama cittadino, molti a ingresso gratuito per favorire una vera e propria partecipazione di massa.
C’era un orchestra ad Auschwitz stasera alle 20.30 al Conservatorio Giuseppe Verdi. Gli allievi della scuola cureranno l’accompagnamento musicale mentre andrà in scena la storia personalissima di Fania, musicista dell’orchestra di Auschwitz. Per lei suonare diventerà un mezzo per sopravvivere, e vivere un canale per ricordare al mondo una tragedia. Ingresso libero per una rappresentazione che vanta la partecipazione di Annabella di Costanzo e Elena Lolli. Puntualità fondamentale per non perdere il prologo-testimonianza di Nedo Fiano, sopravvissuto al lager nazista.
Oggi e domani alle 21 il teatro Verga presenta Ma l’amore no!, commedia scritta e diretta da Marzio Rossi che racconta un irriverente idillio amoroso stroncato dalla nascita della Repubblica sociale e dalle leggi razziali. Ingresso libero, informazioni sul sito www.teatroverga.it e prenotazioni al numero 333.6285007. Totalmente gratuito anche il secondo appuntamento del Verga, domani pomeriggio alle 16, Il miracolo della sopravvivenza ideato da Ersilia Colonna Lopez. Musiche tratte dalla tradizione klezmer e letture da Primo Levi, Gualtiero Morpurgo e Clara Kopciowski.
Al teatro Franco Parenti (nella sede temporanea di via Cadolini) stasera alle 21 debutta Yossl Rakover si rivolge a Dio di Zvi Kolitz, ideazione e interpretazione di Marina Bassani. «Un salmo moderno», lo definisce Lèvinas, un chiedere conto a Dio dell’orrore davanti al quale sembra aver deciso di nascondere il proprio volto. Per informazioni www.teatrofrancoparenti.com o 02.599944700. Posto unico 22,50 euro con sconti per under 25 e over 65. Lo spettacolo rimarrà in cartellone fino al 29 gennaio (festivi ore 16).
Il teatro Olmetto propone domani (ore 18), lunedì e martedì (ore 21) Venezia 1516, affittasi monolocale zona ghetto con Eugenio de’ Giorgi per la regia di Massimo Navone. Una pittoresca Venezia fa da scenario alle storie ora tristi ora comiche ora grottesche di alcuni personaggi legati al Ghetto. Per informazioni www.teatrolmetto.com o 02.72021503. Costo 16 euro con ridotto per anziani e under 26. Al termine dello spettacolo verrà offerto un aperitivo tipico della cucina kosher.
Domani, ore 11 allo Spazio Oberdan, presentazione del libro Il pogrom di Adam Michnik. L’assessore alla Cultura della Provincia, Daniela Benelli, introdurrà un incontro che vanta la presenza dell’autore affiancato da Gad Lerner, David Bidussa e Francesco Cataluccio. Ingresso libero per una ricostruzione, aggiornata da documenti inediti, della dinamica e delle reazioni al più importante pogrom dell’Europa del dopoguerra. Per informazioni contattare la Provincia al numero 02.77406373.