Tragedia nel Genovese, le notificano lo sfratto: quarantenne si suicida gettandosi dalla finestra

Una donna di
41 anni, Ludovica S., si è gettata dalla finestra
dell’appartamento che avrebbe dovuto lasciare oggi stesso per
ordine del tribunale. Aveva infatti ricevuto la visita
dell’ufficiale giudiziario al quale non aveva aperto la porta

Genova - Le notificano lo sfratto, lei si suicida gettandosi dalla finestra. Ennesima tragedia della povertà questa mattina a Genova Voltri, nel ponente della città. Il cadavere è finito sulla carreggiata della sottostante Genova-Ventimiglia: una corsia dell’autostrada è stata chiusa al traffico finché il corpo della donna non è stato rimosso.

La ricostruzione della tragedia Una donna di 41 anni, Ludovica S., si è gettata dalla finestra dell’appartamento che avrebbe dovuto lasciare oggi stesso per ordine del tribunale. Aveva infatti ricevuto la visita dell’ufficiale giudiziario affiancato da due ufficiali di polizia giudiziaria ai quali non aveva aperto la porta. La donna ha raggiunto una delle finestre dell’abitazione di via Borghetto e si è lanciata nel vuoto precipitando sulla carreggiata della sottostante autostrada A10 Genova-Ventimiglia. La donna è morta sul colpo. Sul posto si sono precipitati uomini della polizia stradale insieme a personale medico. Una corsia dell’autostrada è stata chiusa al traffico. La salma è stata rimossa e trasferita all’istituto di medicina legale dell’ospedale San Martino di Genova. Il pm Alessandro Bogliolo ha aperto un fascicolo per chiarire l’esatta dinamica dei fatti che hanno condotto al tragico epilogo.