Tragedia Uccide la moglie poi si butta dalla finestra

Una morte violenta, probabilmente un omicidio-suicidio, anche se gli inquirenti non escludono altre ipotesi. Marito e moglie, Vincenzo Ratti e Doris Tonoletti, sono stati trovati morti ieri mattina ad Annone Brianza. I coniugi, entrambi sulla settantina, vivevano in una casa sopra la loro ditta, una trafileria, ufficialmente intestata alla donna, mentre l’unica figlia vive altrove.
Per ora gli investigatori coordinati dal sostituto Rosa Valotta della Procura di Lecco non si sbilanciano; non escludendo possa trattarsi di un omicidio-suicidio anche se «tutte le ipotesi vengono vagliate» come, ad esempio, quella di un furto o di una rapina finita nel sangue. Oggi sarà eseguita all’ospedale Manzoni di Lecco l’autopsia sui cadaveri. L’anatomopatologo dovrà stabilire cause e ora del decesso, avvenuto dopo l’ora di pranzo di ieri, ultimo periodo in cui sono stati visti in vita.
Stando comunque alle prime indiscrezioni, non confermate da fonti ufficiali, si tratterebbe del tragico epilogo di una violenta lite fra coniugi. L’uomo avrebbe picchiato la moglie fino a cagionarle il decesso. Resosi conto del gesto tremendo, si sarebbe gettato dalla finestra, disperato, togliendosi la vita. A fare la terribile scoperta alcuni operai giunti in azienda per iniziare il turno di lavoro.