Tragica lite tra amici: Condannato a 16 anni

Una lite tra amici finita in tragedia, con la morte di Andrea Fileri, 35 anni, ucciso da un colpo di pistola nell’aprile dello scorso anno. A confessare l’omicidio fu un amico del giovane, Christian Cavorso, di 31 anni, di Roma, condannato ieri dal gup di Roma Renato Laviola a sedici anni di reclusione a conclusione del processo per omicidio volontario, che si è svolto con il rito abbreviato. I fatti risalgono al 24 aprile del 2005, serata che i due giovani trascorsero insieme andando in giro per un paio di birrerie. Proprio mentre si dirigevano verso un pub della capitale, in via Laurentina, ci fu un litigio tra i due. Secondo la ricostruzione fatta da altri giovani presenti sul posto in cui fu commesso l’omicidio, Fileri aveva preso a calci lo sportello della macchina nella quale erano a bordo scatenando la reazione di Cavorso. Ne nacque una colluttazione e successivamente la vendetta. Secondo gli inquirenti Cavorso andò in un campo di sua proprietà, a Pomezia, e là prese una pistola. La tragedia ci fu dopo una nuova lite. Il giovane impugnò l’arma e sparò ferendo l’amico. Fileri morì poco dopo le quattro di notte in ospedale.